Sousa: “Olivera ci può dare tanto, Vecino fuori. Borja alla Roma? Sono realista, poteva succedere…”

In conclusione Paulo Sousa affronta il tema di alcuni nuovi e di Borja Valero: “Sia Astori che Salcedo sono a disposizione, Vecino no. Carlos si è integrato bene, abbiamo scelto Tomovic per farlo interagire con un compagno difensivo a Salonicco. Maxi Olivera invece è un ragazzo di grande resistenza, con grande capacità di arrivare in area o comunque al cross; deve integrarsi meglio nelle dinamiche di costruzione. E’ un giocatore che ci può regalare tanto, ha fatto un cross importante per Babacar, ha avuto un’altra occasione buona ma dove ha crossato in modo impreciso. Ipotesi doppia punta? Io il calcio lo vedo come l’essere propositivi. Per essere molto più offensivi dobbiamo continuare a lavorare, specialmente contro squadre che si chiudono. Certo avere un riferimento come Babacar, insieme a Kalinic, ci offre altre dinamiche ed opzioni, come i cross perché abbiamo più chances di finalizzare. C’è la possibilità di scavalcare il centrocampo perché sono giocatori che riescono a controllare bene i passaggi, anche pressati. Preoccupato dai tanti rigori dati alla Roma? Le qualità che ha la rosa della Roma le permettono di lottare per lo scudetto. E’ un club che deve puntare a vincere. Poi, più che la quantità di rigore che ha ottenuto in queste partite, è la qualità del rigore: non è che mi preoccupa ma lo teniamo presente. Temevo l’addio di Borja? Ero realista, era qualcosa che poteva succedere con lui o con altri. Ero tranquillo e pensavo solo ai giocatori che avevo, per farli arrivare al massimo della performance. Sulla posizione, è un giocatore che dà molte soluzioni a livello di costruzione; non arriva in area in continuazione ma ha il timing e l’intelligenza per farlo. Per questo sarà un’alternanza la sua tra la posizione più bassa e quella più avanzata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. forza viola domani incontriamo una squadra che va alla ricerca scientifica del rigore (5 rigori in 4 partite) che tra le sue fila ha dei killer professionisti ed un giocatore che abbiamo reso celebre e che ci ha tradito e non è’ vero che è’ rimasto legato a Firenze , per favore distruggiamoli

  2. Apprezzo la sincerità di espressione di Sousa ma vorrei lasciar da parte il tema B.Valero, per me ormai superato e quindi fondamentalmente non utile ad una squadra che necessita di ben altro ritmo e concezione di gioco.

  3. Autostima e fiducia non possono mai mancare. Sul discorso arbitrale niente scuse ma vigilare e farsi rispettare in campo e fuori.

  4. Per borja valero sceglierei una posizione sulla panchina

  5. si, e comunque fece subito vedere come saremmo rimasti con la sua assenza mettendo Chiesa, e allora non l’hanno dato. e poi Badelj stanco o moscio perche’ voleva andare via, giocatore non importante, un bradipo, un sopravvalutato. Anche i greci l’hanno visto così???

  6. Sousa, ti stimo e ti apprezzo.
    Però quando riuscirai a costruire una Fiorentina senza Valero diventeremo una squadra meno leziosa, ma piu pratica, imprevedibile, cinica.
    Creeremo piu occasioni da gol e ne beneficerà lo spettacolo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*