Questo sito contribuisce alla audience di

Sousa: “Qualsiasi allenatore che si fosse trovato in testa si sarebbe aspettato altra reazione della proprietà. Tre soli colloqui con Diego, Andrea invece ha bloccato le operazioni di Rogg e Pradè”

L’ex allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa, è stato intervistato dal Corriere dello Sport, con il quale ha ripercorso la sua esperienza a Firenze: “Un gruppo di ragazzi esemplari sotto l’aspetto umano e professionale: perciò la mia voglia di spingere nel cercare di superare i limiti è stata più forte. Ho poi cercato di legare tutte le componenti del club in un’unica visione. In pochi si sarebbero aspettato un inizio così importante…nemmeno la società. Pensi che avevo nel contratto una clausola che in caso ci fossimo trovati nelle ultime posizioni a gennaio 2016 avrebbero potuto risolvere il contratto. Invece…”

Sousa ha aggiunto: “Qualsiasi allenatore si fosse trovato in testa per la prima volta nella storia della proprietà del club si sarebbe aspettato una reazione diversa. Sia da parte della società, per il mercato, sia per la partecipazione della stessa proprietà ad alimentare ulteriormente questo periodo di grande crescita. Ho avuto l’occasione di parlare con Diego Della Valle credo in tre circostanze in tutto e solo nei primissimi mesi. Accennai ad alcuni argomenti che avrebbero dovuto essere approfonditi, ma non c’è stato seguito. Andrea Della Valle è stato presente molto spesso. Il suo incoraggiamento era sempre sincere e affettuoso, senza entrare nelle decisioni concrete dell’operatività del club, salvo in un paio di volte, proprio a gennaio, durante il mercato. Per ribadire che la società non avrebbe finalizzato quello che dirigenti come Rogg e Pradè avevano in pratica definito e dove anch’io avevo speso molte energie (una è Mammana ndr). Dopodiché, vista la situazione, ho deciso di concentrarmi solo nell’allenare il gruppo che avevo e cercare di farlo rendere al massimo. Con Corvino ho indicato le priorità per migliorare, dando il parere sui giocatori. Ma non sono mai intervenuto sulle scelte di mercato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

78 commenti

  1. ciao alessando. A me ha stancato il loro gettare il sasso e nascondere la mano.
    Come dicevi tu la storia si é ripetita diverse volte . troppe per continuare a credere al caso.
    Poi altra cosa che da fastidio e che bastava davvero un pizzico di chiarezza e trasparenza in alcuni casi e nessuno l’avrebbe presa a male se proprio di più non si poteva fare o se addirittura era necessario questo smantellamento e 3 o 4 passi indietro invece che uno in avanti.
    Ma prendono per le mele giocando con una certa ambiguitá.
    Quando occorre una rassicurazione i silenzi. Quando le cose vanno bene. Eccomi é merito mio che risolvo le cose . ringraziatemi.
    L’addio di Macia senza un perché non me lo spiegherò mai.
    Hai un dirigente. Una squadra che senza che te metti soldi va bene. Fa divertire etc .dovresti essere contento e dare potere di firma a ds e dt lasciandogli fare autofinanziamento come meglio credono invece all’improvviso da 2 dirigenti passano a 10 senza che si capisce bene chi sono e perchéi Rogg e soci. Mencucci che si occuopa di salah .rogg in portogallo per milinkovic savic cose che non accadevano se continuavi con un ds e dt che stavano facendo il loro nonostante paletti e interferenze. Davvero fanno pensare male e vedere la viola spiace e ovviamente la fiducia cala nonostante qualcuno dice che ci meritiamo la C perché ogni giorno non ringraziamo i della valle non so di cosa….

  2. Alessandro, Toscana

    Ovvio Aldo, insulti perche non hai argomenti, meno male che appena questi DV vendono tu sparisci e torni a tifare Ascoli…. oppure tifi direttamente Tods?
    Vaia vaia….io tifo Fiorentina non DV come te!!!

  3. Vedi Alessandro dice il saggio: se devo parlare con un bischero e prendo il mio in mano… quindi non argomentero altro con te ma stai sereno e continua a fantasticare sfv

  4. Sousa aveva anticipato dei soldi di tasca propria per rescindere il contratto col Basilea, ergo non si è dimesso a gennaio 2016. Per tutto il resto condivido ogni parola da lui espressa, oramai si è accorto anche il gatto che razza di gentaglia pilota il club viola, gente che di ce A e poi fa Z. Ricordatevi che Sousa ha totalizzato una media punti a campionato ( Europa esclusa ) di 63. Se a gennaio 2016 Sousa avesse ottenuto quel tanto osannato Mammana, non dico che un giocatore avrebbe fatto la differenza, dico però che nello spogliatoio si sarebbe continuato a respirare aria di champions.

    Un’ occasione persa per andare in Champions League. Punto e basta. E adesso guardate in che condizioni ci troviamo.

  5. Alessandro, Toscana

    AceBati, il tuo criceto in testa ha perfettamente ragione, è proprio quello il motivo, è successo con Prandelli per provare lo scudetto, successe con Montella per il ritorno in Champions, e di nuovo con Sousa, è esattamente come hai detto tu, la tua risposta non è sbagliata ma GIUSTISSIMA!!!
    Le responsabilità questi cessi dei DV se le cose vanno male non le vogliono e scaricano tutto sui meno colpevoli, loro si considerano immacolati, senza macchia e perfetti, ecco perché sono anche permalosi, alla minima critica giusta o sbagliata si offendono…. sono della peggiore specie umana esistente sulla terra, elitari ed elitisti, alla marchese del grillo…. quando se ne andranno sarà una festa grande, io mi sbronzo e festeggio per 72 ore!!!!

  6. Sempre per Sophia. La risposta che mi sono dato io era solo una ovviamente non é la veritá ma solo unica ipotesi che mi balenava in mente quando il criceto che ho intesta diceva ma perché ma perchè stanno per romoere di nuovo il giocattole e ricominciare da 0 . proprio ora che magari con un terzino destro e il vice pek vai in champions oppure proprio ora che son 4 che vanno nuovamente in champions. O proprio ora che siamo primi in classifica fanno scoppiare la squadra(questo illudeva sousa . siamo nelle prime 2 grazie ad un ottima partenza e giocatori cje danno l’anima finché avranni fiato la champions con la roma a meno 10 é probabile. Basta prendere un paio di giocatori veri ma pure che li prendi in prestito con diritto di riscatto che ci perdi. Con i soldi della champions eventualmente li riscatti altrimenti fan la fine di salcedo. Magari paghi un milione per il prestito o 2 ma se va bene ne entran 40. Lo faranno…).

    Non lo fanno. Fanno il passo indietro sul più bello perché così hai una squadra che ti costa meno ed é più facile cedere di volta in volta i gioielli. I cuadrado o savic etc.

    Se la squadra entrava in champions era facile cedere chi volevi per far casza e se qualcuno magari se oltre alla qualita della vita gli offri pure unq squadra di vertice volesse restare?

    E se per un anno poi in champions non ci vai nel mentre i costi sono aumentati che hai tenuto giocatori forti e magari attirati altri di livello e che fai ma sopratutto come fai a ridurre gli ingaggi e a mettere il tetto agli ingaggi che neanche il Chievo se diventi un grande club.

    Questa la mia risposta che é sbagliata ma la considero forse esatta da quando Conigni proprio al primo anno di sousa mi pare disse che la champions era una seccatura

  7. ciao Sophia. E chi lo sa. Io pure mi sono chiesto diverse volte ma perché non provano a farlo questo ultimo passo. Ormai siamo lí ad un soffio dalle grandi e manca davvero poco almenoper provarci. Colmate le carenze della rosa senza cedere i migliori ma giusto per una stagione e vediamo che accade.proviamoci.é successo con Prandelli che eravamo la quarta forza per più stagioni, poi con montella e con Sousa all’inizio per 3 volte siamo stati ad un passo da avere una grandissima squadra e puntalmente proprio a quel punto sempre la stessa storia. Lotte intestine e gente che se ne va con il dente amaro e fortuna che gente come Macia e Pradé e gli stessi allenatori(facciao almeno 2 su 3 o 1 su 3 ma pure per la legge dei grandi numeri sará stato un brav’uomo o no visto che in tanti ogni volte attaccano allenatore di turno addicendolo come colpevole nei confronti della proprietá ma uno buono ci sará stato o potevan sceglierli meglio) erano persone tranquille e aziendalisti a dire il vero ma semplicemente volevano che ognuno si assumesse proprie responsabilità e non se si vince siamo una squadra se va male é colpa del tecnico come accade sempre

  8. il grillo parlante

    Dopo aver visto il girone di ritorno e il campionato successivo penso che rinforzarti la squadra a te era come gettare i confetti al maiale (inteso come animale). L’hanno capito anche tutte quelle società a cui sembrava che si leticassero per prenderti e poi sei diventato come quella signora dalle belle ciglia……. e sei rimasto al palo. Invece di criticare la società, anche se lo merita, mi vuoi spiegare tutte quelle formazioni cervellottiche che ogni domenica e il giovedì mandavi in campo? Grazie.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*