Sousa: “Quest’anno spero che linee dell’area di rigore della Roma siano chiare. Chiesa e Bernardeschi come Totti”

L'entrata in campo di Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
L'entrata in campo di Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Il tecnico viola Paulo Sousa prosegue poi parlando della sfida europea a Salonicco ma anche della Roma:Creazione di occasioni? A Salonicco abbiamo costruito un buon numero di occasioni, altre che non vengono considerate tali ma dove è mancato solo l’ultimo passaggio o il cross. Continuiamo su questa strada, cercando le corsie laterali con uomini che possono darci la superiorità, per poi finalizzare. Ciò che abbiamo costruito giovedì sarebbe stato più che sufficiente per vincerla, purtroppo o per imprecisione al tiro o al passaggio, non siamo qui a parlare di una vittoria. Le sfide dell’anno scorso? L’autostima arriva con le vittorie e se si riesce ad essere dominanti come nella partita d’andata dell’anno scorso, tanto meglio. La mia idea è dominare anche contro squadre che hanno giocatori importanti come la Roma. Mi aspetto questo ma anche che le linee dell’area di rigore siano più chiare, quando i portieri escono fuori con le mani (riferimento a Szczesny ndr), perché anche quello avrebbe potuto cambiare la partita. Soddisfatto da Babacar? Mi soddisfa da diverse settimane, per cui ha sempre più possibilità che la mia prima scelta ricada su di lui. Roma, Totti-dipendente? La Roma è Totti perché è quello che la rappresenta. Ogni squadra deve avere una bandiera o più, che conosca i valori e li esporti e li spieghi a tutti i nuovi. Per questo parlavo di Chiesa e Bernardeschi, che sono nati in viola”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Le linee delle aree di rigore sono chiarissime. Il problema è che, a giudicare dall’andazzo di queste prime partite, mi sa tanto che in quella della Roma si lascerà correre più che in un incontro di wrestling mentre in quella della Fiorentina al primo granello di polvere che cadrà in terra scatterà inesorabile il #rigorepaariomma

  2. Secondo me Sousa andrà per un 4-2-3-1 con Gonzalo Astori centrali Tomovic e Maxi terzini. Centrocampo a 2 con Badelj e Sanchez, Tello Borja e Berna (o Chiesa) nel tridente dietro Kalinic. Spero di non rivedere mai più Tomovic esterno tutta fascia (perché è chiaro che non lo può fare, mentre come terzino che deve solo difendere bene o male il suo lo fa) né tanto meno Tello che difende come potrei difendere io.

  3. Chiesa forse si perché è più professionale.ma Bernardeschi ne dubito.giocatore sopravvalutato come Montolivo.se riuscisse nella sua carriera a fare solo un deci.o di quello che ha fatto Totti sarebbe già un buon risultato

  4. Vincere domani si può e si deve. Concentrati e cattivi. Crediamoci.

  5. Se mettesse chiesa al posto di Ilicic,sarei contentissimo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*