Sousa si affida ai connazionali e dà l’input per la difesa

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: LF/Fiorentinanews.com
L'allenatore Paulo Sousa. Foto: LF/Fiorentinanews.com

L’esigenza principale che Corvino sta cercando e cercherà di risolvere è quella del difensore centrale, che manca disperatamente da un anno alla Fiorentina, a maggior ragione dopo l’addio a zero di Roncaglia. L’attenzione viola per il portoghese del Valencia, Ruben Vezo, testimonia anche una certa attenzione per la nazionalità di Paulo Sousa, a cui il tecnico vorrebbe affidarsi. L’input dell’allenatore lusitano sembra orientarsi su calciatori che parlino dunque la sua lingua, sotto tutti i punti di vista, dal campo alla comunicazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. … ma si pensa veramente che Sousa sia rimasto perché ha avuto garanzie sul progetto dei DV ?!?

    … oppure è rimasto perché altrimenti sciogliersi dal contratto sarebbe stato troppo pesante economicamente?!?

  2. Erossi@gmail.com

    Da quello che si vede agli europei i portoghesi non mi sembrano quei fenomeni che qualcuno vorrebbe far credere!!!capisco che dopo la figuraccia con Mammana in Argentina è bene non avvicinarsi ma buoni difensori si trovano in giro…..anche tra gli islandesi…. ma già Corvino in Islanda non si diverte come in Brasile!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*