Sousa: “Sia io che Montella abbiamo proseguito un lavoro avviato da Prandelli. Il Milan ha sempre un giorno di riposo in più”

Paulo Sousa 2016 3

Ancora Paulo Sousa che parla del Milan e di Montella: “Nella lotta scudetto non credo ma in quella per i primi posti sì, ha una società importante alle spalle in tutti i sensi. Anche nella questione del calendario, ha sempre un gioco di riposo in più degli altri. Poi c’è a qualità del suo allenatore e dei suoi giocatori, cercano di controllare la partita con gli elementi di qualità che hanno: l’anno scorso hanno fatto una scelta importante sui calciatori italiani. Eredità di Montella? Quando cercate di compararci dovete inserire diversi fattori che condizionando qualsiasi stagione, dai singoli momenti, agli anni di costruzione; lui aveva già seguito il lavoro iniziato da Prandelli. La decisione della società su di me è stata quella di optare per un allenatore che potesse proseguire su questo percorso. Tanti più forti di noi? Rispetto all’anno scorso, visto che tanti scrivono che siamo gli stessi: prima dell’inizio eravamo da metà classifica, abbiamo cercato di superarci creando una sorpresa importante. Per dare continuità bisogna migliorare l’organico, perché gli altri si migliorano. Il campionato sta crescendo perché c’è più possibilità di portare in Italia calciatori di alto livello. Non solo le big ma in generale. Sta migliorando il livello del gioco, molto più propositivo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Dopo Prandelli la squadra si è sbriciolata rischiando con Mihailovic/Rossi la serie b.Poi Montella e Prade’ hanno rivoluzionato la rosa e la mentalita’ costruendo una squadra vincente.Poi è arrivato Sousa e……….
    siamo tornati di nuovo al caos tecnico che ci portera’ poco lontano.

  2. Sì ma diamo a Cesare quel ch’è di Cesare, senza le basi messe da Fulvio Bernardini saremmo qui a parlare del nulla…

  3. È proprio vero siamo un popolo di commissari tecnici

  4. Stex. Bernardeschi mercoledi per tutte le testate é stato sufficente
    . largamente insufficente ad oggi in ogni gara é stato Tello che comlete con bernardeschi x lo stesso posto e allora Bernardeschi é opzione migliore che abbiamo e considerando che sia lui che tello devono spremersi anchei n fase difensiva magari é sbagliato pensare che possa farci vincere le gare da solo.
    Deve solo tappare una falla e mercoledi l ‘ ha fatto il suo dovere e a parte tello nello stesso ruolo ci sta dicks ma l’ italiano mi pare l’ unico all’ altezzw e poi sia Joaquin che Cuadrado che erano i suoi oredecessori erano tanta roba ma Bernard seppure fuori ruolo io suo lo fa ma non é Cuadrado o Joaquin . non te le spacca le gare. Non in quel ruolo. Non oggi ma rispetto a tello é un fenomeno ma più che attacare i giocstori forse bisogna farsi una ragione che in quel ruolo sul mercato con i soldi si prendeva altro e bernardeschi ko usavi dove incideva di più e idem x tello che forse non lo prendevi proprio

  5. Sousa ha ragione, il Milan ha avuto 24h di riposo in piu’, sia contro la Lazio, che contro di noi…..Mentre la nostra societa’ e’ impegnata a spiegare che non c’e’ tesoretto….

  6. Basta scuse, in campo vogliamo grinta e determinazione perché la squadra è valida e si può e si deve fare bene. Battere il milan senza fronzoli. Sul discorso delle date delle partite sta alla società viola svegliarsi.

  7. Ecco arrivata la motivazione per il non utilizzo su Zarate. Vorrei capire, dopo che l’argentino è stato tra i migliori nelle partite durante la preparazione, quali siano o meglio le differenze tra lui e lo stato di confusione di Bernardeschi, che anche mercoledì è stato tra i peggiori in campo.
    Misteri di un allenatore troppo filosofo e poco concredo, e visto che ci sono aggiungo ma Salcedo perché non lo fai giocare????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*