Sousa: “Sia Vecino che Borja stanno bene. Ma quale rassegnazione per il terzo posto”

Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com
Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com

Il tecnico viola Paulo Sousa parla della condizione di alcuni singoli: “Roncaglia non ha giocato con l’Argentina, ha fatto più viaggi che minuti in campo. Sono molto contento di Vecino e Bernardeschi, che hanno raggiunto l’obiettivo delle rispettive nazionali maggiori. Questo mi rende felice per i ragazzi, che meritano tutto quanto sta accadendo loro. Matias è tornato con un po’ di affaticamento, che h smaltito, si è allenato oggi per tutta la seduta e per questo ci può dare una mano domani. Borja? Si è allenato sia ieri che oggi, per cui anche lui è a disposizione per domani. Rassegnazione per il terzo posto? Non era una questione di rassegnazione, la domanda era posta in quel modo. E’ chiaro che se le partite da vincere non vengono vinte, poi siamo più lontani perché non riusciamo ad avvicinarci. Dobbiamo rimanere concentrati come ad inizio stagione e nel calcio abbiamo sempre una nuova opportunità. Se resterò allenatore viola? Non devo spiegare nulla, io lavoro al massimo per rendere felici i miei giocatori, la mia società, i miei tifosi. Devo far sì che i miei giocatori siano costantemente soggetti a miglioramenti, io mi concentro su questo. Che Samp mi aspetto? Credo che Vincenzo abbia iniziato il suo progetto cercando di dare input su una proposta di calcio propositivo, come fece qui. I risultati non l’hanno accompagnato, però è migliorato cercando i punti, migliorando nell’organizzazione difensiva. Sta incrementando la sua capacità di migliorare, in certi momenti, il suo possesso palla. Per cui mi aspetto una partita con tanti calciatori della Samp dietro la palla”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*