Sousa: “Sono felice che Cognigni sia il riferimento, rappresenta la proprietà. Più italiani? Sarei contento, hanno tutto”

Paulo Sousa prosegue parlando del rapporto con Pradè e Cognigni: “Daniele, come tutti noi, ha le nostre responsabilità. Mario Cognigni rappresenta la proprietà e deve prendere le decisioni sulle persone, sugli obiettivi e deve prendere queste decisioni perché è il massimo riferimento. Sono stato molto contento che sia stato insignito di questi compiti. Dal punto di vista umano ho avuto sempre lo stesso tipo di confronto diretto che ho avuto anche con Cognigni o Andrea Della Valle. Con Daniele ci confrontiamo più spesso magari, è stata l’occasione per conoscerci meglio. Perché nomino così tanto Cognigni? Non è una questione di nominare, lui ha espresso nelle ultime riunioni questa importanza che ricopre. Lui è la proprietà, me lo ha detto diverse volte; è normale che il suo ruolo prevede la responsabilità di scegliere persone, dare obiettivi e poi ognuno di noi avrà le proprie responsabilità, da cui non possiamo fuggire. Se prima era diversa la situazione? Ditemi voi. Lui ha detto che sarà più presente e prenderà le decisioni più importanti. Italianizzazione della rosa? Credo che il giocatore italiano ha tutto, ha mentalità, tatticamente è molto preparato perché nasce con concetti molto elaborati. Tecnicamente ha moltissima qualità, per cui se la direzione va in questo senso sono molto contento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Sousa li metterà presto con le spalle al muro.
    Grande Paulo, liberaci dal male!!!

  2. Mi piace la tattica che sta usando Sousa. Sta mettendo nella m…a Cognini
    , e sta prendendo per i fondelli Andrea. Molto fine.

  3. Contento te scontenti tutti…. Che scontento che gira serve gente nuova che porti entusiasmo e del mestiere soprattutto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*