Sousa: “Speculazioni su Kalinic ma sia lui che Borja sono nostre risorse. Sportiello? Ci serviva un po’ di concorrenza per Tatarusanu”

Il tecnico viola Paulo Sousa parla poi anche del nuovo arrivo Sportiello: “Nel calcio non basta difendere e contrattaccare, anche se ha una sua bellezza ed è un tratto identitario italiano. Nell’ultima gara contro di loro ci sono stati due tempi diversi, all’inizio subimmo il loro pressing ma poi fummo noi protagonisti, controllando i ritmi ed il possesso di palla. Sportiello e Tatarusanu? Dal primo giorno ho detto al direttore che il fattore di crescita per ogni singolo è la competizione interna, per questo Marco arriva a dare un po’ di concorrenza in quel ruolo. Io accostato alla Juve? Ho deciso nella mia carriera di allenare, dal settore giovanile in poi, e grazie a Dio sto avendo diverse opportunità. Tutto dipende da quanto facciamo per cui il mio futuro dipende dal mio presente, per questo sono concentrato solo sul presente. Kalinic? Le speculazioni intorno a lui sono normali in questo momento, però lui non ha iniziato troppo bene l’anno con il Chievo ma sta bene e si sta allenando normalmente. Borja? Non sappiamo mai quali esigenze possono sorgere nel corso dei novanta minuti, però è un ragazzo che ha la capacità di dosare il suo sforzo nella gara e si sta allenando comunque al 100%. Come fermare Higuain? Il mio concetto difensivo è tenere la palla, poi non sono un tecnico che assegna marcature individuali, si usano solo all’interno di una pressione di squadra”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Testa al campo senza scuse. Giochi chi merita ed è pronto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*