Sousa: “Spero di non fare i preliminari ma vorrei subito una rosa pronta per lavorare. Riferimento Cognigni mi rende felice”

Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com

A Mediaset Premium parla così Paulo Sousa: “Abbiamo alzato le nostre aspettative con tutto quanto abbiamo fatto inestate e all’inizio del campionato, poi abbiamo avuto grande difficoltà nel mantenere i rendimento nei risultati e i gol fatti. Oggi abbiamo mantenuto il ritmo giusto, con verticalizzazione, combinazioni tattiche straordinarie e da qui dobbiamo ripartire. Cosa chiedo per il futuro? La finale di Coppa Italia avrà un’importanza nella nostra preparazione, che comunque è già organizzata per entrambe le situazioni. Spero di non fare i preliminari perché avremmo tanti giocatori fuori per le nazionali. Spero di avere una rosa subito pronta per lavorare, trasmettere i nostri concetti e preparare le varianti tattiche per mettere in difficoltà i nostri avversari. Poi spetterà al comparto sportivo ed alla proprietà, tramite la persona di Mario Cognigni, a prendere le decisioni. E’ bastata la mia conferma per ripartire? No, sono tantissimi fattori. L’importante è che diminuiamo i fattori interni perché quelli esterni, che ci condizionano, sono già tanti. Mi ha reso felice la nomina di Cognigni perché è importante avere un riferimento in qualsiasi struttura. Tutti noi abbiamo le nostre responsabilità, sulle decisioni finali deve averla chi di diritto, cioè il presidente Cognigni. Se parlo con Berna di cambi di posizione? Noi parliamo in continuazione, credo che lui sia stato veramente bravo per attitudine e predisposizione al lavoro fin dal primo giorno, cercando di capire, di migliorare la sua interpretazione del gioco. E’ cresciuto tantissimo ma gli manca la continuità e le prossime stagioni sono importanti per dimensionare le qualità che ha già”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. rosa subito pronta e giustamente cara dirigenza!!

  2. “Spero di avere una rosa subito pronta per lavorare”: occhio ! Perché questa frase, a luglio, potrebbe fare la differenza fra avere un mister per la prossima stagione e doverne raccattare uno ad estate inoltrata

  3. C’è un solo poveraccio; ed è quello (Mauro) che mi ha preceduto nei commenti.

  4. Via Roncaglia, Tomovic, Alonso, Tatarusanu, Costa (poco), Kone (???), Belauane (??????!!!), Blacicoski (che c’azzecca?), Tello (gli manca una fase. la seconda), Babacar (non corre), Ilicic (gioca da fermo e basta).
    Rimangono Lazzerini i due centrali, il tri di centrocampo titolare, Kalinic e Zarate, Bernardeschi (se si taglia il ciuffo e ci da meno dentro) e poi sotto con gli acquisti: Praet, Lopez, Viviani, Papu Gomez, Cigarini (come riserva), un terzino destro, uno sinistro e un centravanti da 20 gol. Dico troppo? Sentite le premiata ditta che haa già promesso “non ci faremo trovare impreparati” “abbiamo già pianificato gli acquisti”. Poveracci!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*