Sousa: “Temo tanto i contropiedi del Toro. Stiamo aiutando Zarate perché può fare la differenza nella nostra stagione”

Sousa dà indicazioni ai suoi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Ultima gara prima della sosta per la Fiorentina, che si presenterà all’Olimpico di Torino domani pomeriggio. Paulo Sousa parla così alla vigilia: “Normalmente sono molto chiaro con la mia squadra, l’ho fatto sempre fin dal primo giorno. Quello che dobbiamo fare, contro una squadra costruita molto bene, con molta qualità per potersela giocare fino alla fine per un posto in Europa League, con un allenatore che rispecchia la cultura della società e della piazza, è offrire un calcio secondo i nostri principi, controllando tutti i momenti di gioco, cercare efficacia e avere una buona capacità di copertura dei contropiedi del Torino. Che sono l’aspetto più pericoloso. Le due punte? Se giochiamo con due punte e vinciamo abbiamo fatto bene, altrimenti no. Ci stiamo lavorando e stiamo crescendo con il tempo, abbiamo queste varianti che ci possono dare qualcosa in più. Zarate più sereno? Mi ha fatto vedere che può mantenere intensità di lavoro alte tutti i giorni, ha una qualità superiore e può fare la differenza. Lo stiamo aiutando per avere continuità come nelle due settimane di Moena. Abbiamo bisogno di questo giocatore nel corso della stagione. Bernardeschi? Credo sia stato un momento particolare il suo. Da quando sono qui non mi sono mai esposto su un singolo all’esterno, per me è stato importante farlo perché credo che sia un giocatore migliore di quanto fatto vedere fino a oggi. Lo stiamo aiutando per farlo arrivare al suo massimo, per cui l’attenzione deve essere solo su quello che fa, cioè giocare a calcio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Soprattutto mettere Zarate o Babacar in campo,con kalinic solo li davanti non andiamo da nessuna parte anche se fa reparto da solo e proprio perche’ e’ solo che difficilmente puo’ mandare la palla dentro

  2. Niente scuse, abbiamo tutto per vincere. Mettere in campo chi è più pronto e determinato. Serve grinta e concentrazione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*