Sousa: “Vedremo sempre più le due punte. Ecco perché sono così importanti Salcedo e Sanchez”

In conclusione il tecnico viola Paulo Sousa torna sulla partita dell’anno scorso con il Toro e parla di Salcedo e Sanchez: “Tutte le partite sono diverse, noi dobbiamo avere la concentrazione massimale per tutta la partita perché in un campionato come il nostro, dove la qualità sta crescendo, la tensione deve essere massima. Inserimento di Salcedo? E’ un giocatore che mi è sempre stato detto, già prima che arrivasse, che ha una capacità di costruzione molto buona, sia col sinistro che col destro e questo ci aiuta perché il nostro gioco propone dei rischi in fase di impostazione anche vicino alla nostra porta. Un giocatore del suo livello è utilissimo. Poi i concetti del suo gioco difensivo erano diversi però la capacità di recepire altri concetti è stata ottimale. L’importanza di Sanchez per le due punte? Quando facciamo qualsiasi proposta nuova, anche se giochiamo con due playmaker ed una punta, il contributo di Sanchez è importante perché ha un buon palleggio, nel gioco aereo è fondamentale, arriva anche in area. Comunque la crescita della variante con le due punte si sta vedendo, l’equilibrio si sta trovando e tanti elementi stanno arrivando al top della forma, permettendoci così di prendere in considerazione sempre di più la soluzione a due punte. L’esordio della Var? Sono molto contento che si stia cercando di aiutare gli arbitri, quanto prima arriva e meglio è. Un’altra soluzione per me sarebbe l’inserimento del tempo effettivo, che potrebbe aiutare tantissimo il nostro gioco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Per me MAMMANA gli allaccia le scarpe a SALCEDO
    L’anno scorso dopo il mercato di Gennaio …. venivano presi, anche solo due giocatori tra SALCEDO/OLIVERA/CRISTOFORO/SANCHEZ la Viola al 100 % faceva i preliminari di Champions.
    Se rimangono i giocatori giusti … mandando via chi non è da Viola…. il prossimo anno si formerà un gruppo veramente forte. FORZA VIOLA

  2. In difesa cerchiamo di non fare i soliti giochini rischiosi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*