Sousa: “Vi spiego come e perché abbiamo preso Tello. Questa è una Fiorentina convinta della sua forza”

Paulo Sousa Inter 2

L’allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa, intervistato da Sky ha detto sulla vittoria dei viola: “Fondamentale perché siamo riusciti a rimanere competitivi fino a questo punto e perché abbiamo vinto su un campo difficile. Adesso abbiamo due confronti diretti. Il ritorno al gol di Kalinic? E’ un ragazzo che sta crescendo tantissimo ancora a livello di condizione, sta a noi dare maggiore profondità alla nostra azione. E’ una squadra che è più convinta. Abbiamo giocatori nuovi che devono ancora adattarsi e per questo siamo stati più lenti in qualche decisione. Tello? Già quando abbiamo perso Joaquin in estate, abbiamo cercato un esterno che poteva saltare l’uomo, per sfruttare meglio le corsie laterali quando lo spazio centrale era chiuso. Lo abbiamo fatto con Blaszczykowski con un infortunio però che ha bloccato la sua crescita, poi il mercato ci ha dato la possibilità di arrivare a Tello“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. L’unico acquisto buono del mercato è stato TELLO, e si vede … zarate me lo aspettavo peggio, invece sembra che il suo trand di crescita sia in salita (a livello di prestazioni sul campo).
    Gli altri acquisti, sono stati un totale bluff… si faceva meglio a buttare in campo alcuni giocatori della primavera, tanto tra KONE (forte, ma rotto) – COSTA (mezzo rotto e mezzo scarso) e Benaluane (rotto e scarso).

  2. Marco, hai provato a scrivere col traduttore Google ? Prova, almeno anche gli altri capiscono quello che vorresti dire.

  3. Caro Bibi per fortuna è un tascolta sosa . Ha ma un ti sei accorto che ora si gioca a4 in fase difensiva dietro e i due esterni e devano spinge di più , guarda come urla sosa stelo e Berna di salire e pressare alti ma va via sapientone

  4. zarate (4) più tello (3) uguale 7 punti… ma non era stato un mercato delle pulci?

  5. Paulo se qualcuno tra Kone, Kuba, Costa e Benaluane non tornano subito al meglio butta dentro Gigli, Bangu e Minelli. Dai retta a un bischero.

  6. Come ho detto in altro post, continuo ad avere delle perplessità su Tello anche se gli si deve dare ancora tempo per inserirsi. La sua presenza in campo si vede 4-5 volte a partita, non copre praticamente mai, e questo è fondamentale nel calcio moderno (guardiamo il Barcellona : copre anche Neymar ) e si basa molto, troppo forse, sulla velocità invece che sui dribblings come faceva Joaquin. Di sicuro ha il fisico per fare le due fasi per cui si deve impegnare psicologicamente a crescere in quella direzione. Se ha come sua ambizione quella di tornare al Barcellona, deve impegnarsi per diventare un giocatore completo.

  7. Tello deve imparare a fare anche la fase di copertura altrimenti nel calcio attuale non serve ed avere meno pause

  8. Tello è un giocatore chiaramente da rivedere e verificare se darà continuità alle proprie prestazioni. Non capisco il paragone con Blacicoski, quest’iultimo non salta l’uomo nemmeno se fosse un birillo immobile in mezzo al campo. Da rispedire al mittente a giugno, non ci serve.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*