Questo sito contribuisce alla audience di

Sousa: “Voglio sempre controllare il gioco ma non disdegno fase difensiva. Badelj sta capendo sempre più il suo ruolo, è fondamentale”

Sousa Barcellona 5

A Sky Paulo Sousa approfondisce il suo commento alla partita: “Il momento più bello è sempre esserci e poter lavorare con ragazzi di questa attitudine al lavoro. Oggi la partita è cominciata subito bene, abbiamo dato continuità all’inizio e abbiamo avuto un dominio in tutti i momento di gioco, sia in fase offensiva che difensiva. Piedi per terra? Ho sempre ribadito che ci sono squadre di prima fascia a cui non apparteniamo, hanno obiettivi che non sono in nostri. Ma ho anche sempre detto che abbiamo armi e possibilità per poter pensare di vincere contro ogni avversario e lavoriamo per questo. Le dinamiche delle linee e delle strutture che utilizziamo creano sistemi di gioco diversi, ma influiscono anche le caratteristiche dell’avversario. Vogliamo comunque portare avanti la miglior identità possibile, abbiamo principi di gioco che portiamo avanti. Questo ci porta fiducia e quando si ha fiducia si fanno meglio le cose. Se esperienza da calciatore mi influenza? La mia prima idea quando ho deciso di fare l’allenatore era di non pensare a me ma ai miei calciatori, pensando a come arricchirli tatticamente e farli migliorare come persone. Le mie idee di quando ero calciatore influenzano ovviamente perché voglio avere il controllo del pallone, potendo controllare gli avversari. Non dimentico però l’importanza della fase difensiva, che è una cosa che ho imparato soprattutto giocando qui in Italia. Badelj? E’ un giocatore che sta capendo sempre di più la sua posizione, gli piace giocare il pallone e per avere il controllo del pallone è fondamentale il giocatore in quella posizione. Occasione Treviso? Non ricordo bene, credo che si parlasse di arrivarci prima o poi ma nessuno me l’ha proposto direttamente. Non mi sarei tirato indietro perché la mia filosofia di vita è quella di rispettare chi mi cerca e chi crede in me”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Forza mister. La squadra pensi gara per gara con l’obiettivo di vincere sempre. Crederci perché siamo forti.

  2. Nazione Toscana

    Dedicato ai tifosi e giornalisti, orfani di Montella e contestatori della società, indegni di Firenze e della Fiorentina.
    forza Sousa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*