Sousa vs proprietà: un gap che si allarga

pradè sousa rogg

Altro che unità di intenti: secondo il Corriere dello Sport-Stadio, uno dei problemi principali del momento della Fiorentina sarebbe caratterizzato proprio da una distanza crescente tra la visione di Paulo Sousa e quella della società. Niente rotture, sia chiaro, ma un gap tra le parti che va aumentando ora che è arrivato il mercato: il portoghese, nella prima parte della stagione, ha metabolizzato e metaforizzato le lacune presenti nella sua rosa, ma si attendeva una reattività maggiore, fin dai primi giorni di mercato. Questo piccolo incrinamento dei rapporti, prosegue Stadio, è poi la causa da cui scaturisce anche la delusione del tifo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

47 commenti

  1. Si stanno riproponendo gli stessi problemi identici che con Montella: comunicazione tra dirigenza e allenatore scarsi+comunicazione tra dirigenza e tifosi minima+allenatore psicorigido, fissato e incapace di gestire bene tutti i giocatori in rosai e non solo qualcuno+giocatori che sbagliano le partite fondamentali. Morale della favola:andrà a finire come sempre che non vinceremo niente e arriveremo terzi o quarti 🙁
    Per me i DellaValle possono andare via tranquillamente e vorrei tanto Spalletti

  2. ma quali fiori di giocatori ha sosa che non fa giocare? spigatemi quali sono questi grandi giocatori???

  3. Ringrazio Souza che mi ha ricordato che gli uomini, anche i filosofi sono prigionieri dei propri schemi. Anche lui, come Montella, invece di ringraziare Allegri, Castori e Pioli per la lezione, invece di capire cosa non funziona quando Kalinic non ce la fa più a combattere là davanti da solo, se la prende con la squadra ( non è la sua ) con la rosa, con il mercato, la società. E continua a sbagliare. Insegna anche che l’incenso agli uomini di spettacolo fa chiudere il cervello. Grazie Souza

  4. Però va anche detto che Paulo Sousa sta rivelando tutti i suoi limiti perchè non riesce a sfruttare gli uomini che ha a disposizione. Abbiamo fior di giocatori in rosa eppure il nostro allenatore non li prende nemmeno in considerazione. La dimostrazione della sua incapacità si è avuta ieri quando ha fatto entrare Pepito Rossi. Anzichè parlare sempre di minutaggio lo deve far giocare, solo così si può recuperare un giocatore, un fuoriclasse. Che ci azzeccano Kuba e Mati? Ma Suarez non è migliore?

  5. Nonostante alcuni sbagli che può commettere, IO STO CON SOUSA !!

  6. Paulo Sousa ha ragione a lamentarsi per l’imperdonabile lentezza che contraddistingue gli uomini mercato della Fiorentina, i quali al 10 gennaio non sanno ancora quale giocatore potranno garantire all’allenatore. Pradè sta rivelando tutti i suoi limiti. Ha finito le cartucce che aveva in canna e ora, dovendo ampliare il raggio d’azione, non riesce a individuare dei giocatori che possano essere utili alla causa della Viola. Non può accampare più scuse. O se sono i Della Valle a frenarlo lo dica.

  7. TUTTI GLI ANNI E’ LA SOLITA STORIA, NON SI IMPARA MAI DAGLI ERRORI!! LENTEZZA SOCIETARIA E ALLENATORI CHE A UN CERTO PUNTO INVECE DI PENSARE AL CAMPO E SFRUTTARE TUTTA LA ROSA A DISPOSIZIONE (VALIDA PER ALTRO) SI METTONO AD ACCAMPARE SCUSE E A MANDARE MESSAGGI ANCHE NELLE SCELTE DI FORMAZIONE E NELLE SOSTITUZIONI!! RIPARTIRE SUBITO UNITI E VOGLIOSI!! CI SIAMO ANCORA SE LO VOGLIAMO!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*