Sousa-Zenit, arriva la smentita

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Nessun incontro tra il tecnico Paulo Sousa e la dirigenza dello Zenit San Pietroburgo. Questo è quanto appreso da Calciomercato.com, secondo cui il tecnico viola pare abbia realmente avuto un incontro domenica scorsa a Villa Cora, trattenendosi con alcune persone. Sembra però che questi soggetti e l’argomento della conversazione non abbiano a che fare con il mondo del calcio. Possiamo vivere quindi sogni tranquilli, almeno per adesso, visto che il portoghese ha ancora un anno di contratto con la Fiorentina, la quale oltretutto sembra intenzionata a continuare il rapporto almeno fino alla scadenza dell’ accordo, firmato la scorsa estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Dovesse lasciare non mi dispererei, discreto allenatore che si è ritrovato un gran gruppo con ottime trame già consolidate e un kalinic che per i primi mesi ha stupito.. Avrà anche i suoi meriti perché la squadra qualcosa ha cambiato rispetto a Montella ma dal mio punto di vista ha fatto veramente poco rispetto al successo mediatico attribuitogli..
    È uscito col carpi in coppa italia!! Eravamo dalla parte giusta e avremmo dovuto giocare praticamente solo contro il Milan per arrivare in finale..
    Per l’Europa non gliene faccio una colpa il tottenham ha un ottimo organico semmai nel girone non si può essere così mediocri passando solo all’ultima giornata..
    Sta conducendo un annata buona solo per il campionato, sugli altri fronti ha deluso non c’è altro da dire.. E con questi propositi può fare richieste eccessive, quando è arrivato sapeva i limiti di spesa societaria ora non può fare la vittima!!
    E anche con i giovani non mi pare sia così bravo, Berna a tutta fascia per uno che rientra e tira è uno spreco, se è emerso il 90% del merito è suo!
    Baba l’ha praticamente distrutto, vecino veniva da un’ottima stagione doveva solo confermarsi e l’ha fatto!!
    Rebic è un ala sx e l’ha messo a far tutta la fascia opposta, certo a 22 anni si dovrebbe essere abbastanza malleabili da poter cambiare ma non tutti e non l’ha capito, Gilberto a quanto pare non è all’altezza e l’ha lasciato partire… Bagadur che non ha mai giocato eppure le possibilità in europa ci son state.. Diakhate che dopo il ritiro estivo poteva essere convocabile certe partite mai si è visto..
    Quindi non è così vincente intelligente preparato e coraggioso come crede d essere.. Buon allenatore che finché le cose vanno bene dice le cose giuste..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*