Questo sito contribuisce alla audience di

SPECIALE JUVENTUS-FIORENTINA: è battaglia anche sui prezzi dei biglietti

JuventusStadiumFiorentina-Juventus, o se preferite Juventus-Fiorentina, sarà una sfida che toglierà parecchie risorse dalle tasche dei rispettivi tifosi. Ed è un argomento, quello dei prezzi dei due impianti, che ha fatto discutere soprattutto negli ultimi anni, da quando i bianconeri hanno cambiato casa per intendersi. La sfida del campionato scorso allo “Juventus Stadium” creò qualche polemica per gli oltre 40 euro che i tifosi viola dovettero sborsare. La pariglia è stata resa ai rivali lo scorso 20 ottobre, con un “formaggino” a dir poco caro. Alle porte di questa (speriamo) entusiasmante triplice sfida si può osservare una profonda divergenza nelle strategie adottate dalle due società. Quella viola ha puntato più sulla passione dei propri ultras, capace di far passare in secondo piano la pecunia. Si parte dalle curve del “Franchi”, poste a 25 euro (13 euro per gli “under 14”) solo per coloro che sono in possesso del tagliando di Fiorentina-Esbjerg (in tal caso però la scadenza della prelazione è al 7 marzo). Per chi il turno scorso se lo vide da casa il prezzo sale a 35 (18) per gli abbonati e a 45 (23) per i non abbonati. Pesante il costo degli eterni indecisi: il biglietto cosiddetto “match day” arriva fino a 50 euro, senza distinzioni di abbonamento. Diametralmente opposta la situazione a Torino, dove forse occorreva porre ai supporters delle prospettive più vantaggiose dal punto di vista economico: l’equivalente delle curve, chiamate “Tribuna Nord” e “Tribuna Sud” si attesta ad appena 15 euro per gli “under 26”, con 20 euro per gli interi, in presenza di abbonamento, e 30 euro per gli altri interi, senza abbonamento. Spostandosi in altri settori naturalmente i costi aumentano, ma sempre proporzionalmente più a Firenze che a Torino. Allo “Stadium” la “Tribuna Nord/Sud Est” del 2° anello, un po’ l’equivalente della nostra “Maratona” segue la stessa triplice progressione delle curve, passando dai 20 euro degli “under 26” ai 40 degli interi non abbonati; di 5 euro più elevata la “Tribuna Ovest”. Da noi la postazione sotto alla torre con il labaro viola parte proprio da 40 euro, durante la prelazione (20 il ridotto), con 60 (30) euro per chi non ha il tagliando del turno precedente e addirittura 80 (40) euro per l’intero (che sale a 90 il giorno della partita). Questo per quanto riguarda il “parterre” perché la parte alta va in scalata 60 (30)-90(45)-105(53)-120(60). Infine i settori ospiti: anche qui viola nettamente più cari: il “formaggino” costerà indistintamente ben 50 euro ai tifosi della Juventus; viceversa per i viola vigerà la differenza tra “under 26”, che pagheranno 15 euro, e gli interi che arriveranno a 30. Possiamo dire che almeno da questo punto di vista non c’è molta competizione, sia come qualità dell’impianto che come livello di prezzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. E sanno come fare. Stanno a casa sul divano come fanno spesso. Tanto di gobbi a Torino e sono pochi. Gli altri e stanno a casa tutto l’anno e possono stare anche contro di noi

  2. E mi sembra giusto i gli farei pagare 100 € nel formaggino a questi gobbi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*