Questo sito contribuisce alla audience di

SPECIALE STADIO – La questione Sesto che preoccupa Nardella e Della Valle

Tutto risolto e palla alla Variante di Castello? Niente affatto, perché tra le tante questioni che circondano il progetto Cittadella, c’è anche quella relativa al Comune di Sesto Fiorentino. Qui nel mirino c’è proprio la nuova pista dell’aeroporto, prevista in parallelo con l’Autostrada A11 e soprattutto invadente parte del terreno sestese, proprio laddove invece il Sindaco Lorenzo Falchi avrebbe intenzione di lanciare il progetto “Polmone verde”. L’idea è quella di piantare quasi duemila alberi proprio nel punto dove è prevista la nuova pista. E’ un punto di vista molto forte e che la maggioranza porterà avanti, nella previsione di iniziare i lavori nella prossima primavera, forte anche di quello che è il finanziatore di tale progetto: la Regione Toscana. La stessa che per altro si dice favorevole alla nuova pista, il che apre potenzialmente un bel paradosso.

Il ragionamento è presto fatto: se prevarrà la “linea verde”, in ostacolo alla ristrutturazione dell’aeroporto, potrebbero sorgere problematiche anche in relazione a quanto preteso da Unipol per l’ok alla riqualifica di Castello (dove è prevista la nuova casa della Mercafir). E’ tutto un processo a catena insomma, come abbiamo avuto modo di capire, un gioco di incastri e di interessi politici, che ci auguriamo possano realizzarsi ma che vedono tanti protagonisti in gioco. Così tanti da rendere non semplice una previsione su un punto di svolta definitivo: intanto come deadline certa abbiamo però il 31 dicembre prossimo. Data di scadenza dell’interesse pubblico del progetto legato allo stadio e alle opere connesse ma anche la tempistica per la realizzazione della variante urbanistica a Castello. Già quest’ultimo non sarebbe uno step da poco ma per il momento ci rimettiamo all’ottimismo fatto trapelare da Nardella dopo l’incontro con i Della Valle nei giorni scorsi.

In ultima istanza non dimentichiamo un’altra questione fondamentale: l’esigenza di reperire uno o più partner finanziari in grado di intervenire a sostegno dei Della Valle per la realizzazione di un progetto da oltre 400 milioni di euro. Forse l’aspetto meno complesso, vista la diffusione dei marchi della proprietà gigliata e i loro contatti in America ed Oriente. Sarà in ogni caso un tema valutato in un secondo momento, quando il Comune avrà risolto la maggior parte delle grane di cui vi abbiamo parlato, dando qualche garanzia in più alla Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 commenti

  1. PAOOOLOOO tu dove abiti? Spero che abiti nella casa dove atterrano e decollano gli aerei. Dato che ti piaccionp tanto. Fatti un plastico dell’area con l’aereoporto e comprati gli aeteoplanini per farli atterrare…

  2. In questo affare è essenzialmente fondamentale capire il Gioco della Regione Toscana. Ai miei tempi era in voga la Tela di Penelope. di giorno si diceva una cosa e di notte si agiva al contrario. Di giorno si diceva aeroporto e di notte …Mah…..

  3. Gli ottusii sono sempre in agguato… Parlare di urbanistica con gli incompetenti è peggio che tirare ad indovinare sull’astronomia extrasolare. L’unica cosa che conta è il vile soldo! Per quello svenderebbero la mamma…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*