Questo sito contribuisce alla audience di

Sportiello regala parate spettacolari, Astori si improvvisa regista. Bruno Gaspar e Babacar del tutto spaesati

La Fiorentina perde per 1-0 contro lo Sporting Lisbona  sfoderando una prova tutto sommato modesta. Si salvano su tutti Sportiello, che ad inizio primo tempo salva i suoi togliendo dall’angolino basso un tiro di Bruno Fernandes, per poi ripetersi poco prima della mezz’ora deviando in angolo un tiro preciso di Marcos Acuna. Non ha grandi colpe sul gol asseganto a Bas Dost. Successivamente esce sempre bene sventando sulle sue uscite i cross più pericolosi. Si fa valere bene Astori, che concede poco ai diretti avversari, e anzi ruba spesso il pallone anche fuori dall’area cercando di impostare il gioco. Il nuovo arrivato Zekhnini parte lento per poi ingranare saltando spesso l’uomo e cercando rapidamente il dialogo con i compagni. Bravo Chiesa invece a provarci spesso sia da lontano che sulle ribattute. Non convince affatto Bruno Gaspar: subisce spesso tunnel dagli avversari, perde il pallone e sbaglia addirittura le rimesse. Appare abulico Babacar, che non trova lo spunto adatto per rendersi pericoloso. Cristoforo invece non trova mai le chiavi del centrocampo per provare a dirigere a dovere il gioco dei suoi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

72 commenti

  1. Babacar non è affatto spaesato, non arrivano palloni e quelli che arrivano spesso non giocabili, molti palloni in avanti, lunghi e quindi imprecisi, Gaspar mi sembra, per ora, in difficoltà, ieri quasi mai sulla fascia e quando lo fa è impreciso, perdendo la palla…quasi mai cross dalla dx o sx…bene Sportiello, Chiesa, Astori, vedo discretamente in progresso Cristoforo che recupera molti palloni e anche imposta a centrocampo…nel complesso una squadra ancora da definire in molti ruoli, ancora non adatta per rientrare nelle prime dieci del campionato

  2. Babacar è da vendere, un giocatore con indiscutibili qualità ma anche con evidenti difetti ormai difficilmente recuperabili. Il ragazzo è veramente scarso nello smarcamento, nel pressing alla difesa avversaria insomma non sa stare in campo, è l’opposto di kalinic.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*