Questo sito contribuisce alla audience di

Sprecare non è mai una buona abitudine

IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 13, Focosi, Lotti 11, Giovannelli ne, Villani 2, Parrocchiale (L), Savelli ne, Pietrelli 17, Koleva 20, Bertone 14, Vingaretti 1. All. Vannini.

SOVERATO: Cacciapaglia (L), Travaglini 11, Boscacci 13, Martinuzzo 13, Rosa 27, Arimattei 11, Ferraro, Lavorenti, Bellapianta, Burduja, Torcasio ne, De Lellis 6. All. Breviglieri.

Arbitri: Pristerà – Fretta.

Parziali: 22-25, 25-23, 25-19, 16-25, 13-15.

La seconda sconfitta consecutiva lascia un po’ l’amaro in bocca per come è arrivata, con Il Bisonte in vantaggio prima 2-1 dopo aver rimontato il Soverato da un set sotto, e poi 8-4 al tie break, ma testimonia che le energie cominciano a scarseggiare, e a volte non basta un grande cuore se dall’altra parte c’è una giocatrice come Yarimar Rosa, capace di realizzare 27 punti col 45% in attacco e di mettere lo zampino in tutti i momenti decisivi. Peccato perché con questo ko le azzurrine non possono ancora festeggiare il secondo posto matematico, sebbene manchi un solo punto da raccogliere nelle prossime due partite, mentre per la promozione diretta solo un suicidio (sportivo) di Montichiari permetterebbe di andare a giocarsi qualcosa nello scontro diretto dell’ultima giornata. Quel che c’è da fare adesso è ripartire subito dalle cose buone che comunque anche contro Soverato si sono viste, e mettere da parte la delusione per concludere bene il campionato e poi, molto probabilmente, andare a giocarsi tutto ai play off.

© RIPRODUZIONE RISERVATA