Questo sito contribuisce alla audience di

Squadra nuova, squadra giovane: ma sul banco degli imputati ora c’è anche Pioli

Gli alibi ci sono ancora, per carità, e spuntavano da tutte le parti nelle primissime uscite stagionali: d’altronde la Fiorentina è stata rivoluzionata e costruita con grande fatica, soprattutto nel mese di agosto. La squadra creata da Corvino alla fine è risultata la più giovane (o giù di lì) della Serie A, con l’esigenza di amalgamarsi e con tutte le incognite che riguardano appunto chi ha ancora poca esperienza alle spalle. Di quegli alibi però, ce ne sono un po’ meno ora rispetto a prima e sul banco degli imputati ci è salito stavolta anche Stefano Pioli: il tecnico sta insistendo ancora sul suo 4-2-3-1, che però ha evidenti carenze, oltre all’annoso problema della collocazione di Benassi. Giusto non arrendersi alle prime difficoltà ma dalla sconfitta di ieri con il Chievo, per la prima volta, non si sono captati segnali incoraggianti di alcun tipo, nessun miglioramento all’orizzonte e mezzo passo in avanti. Per questo, tra le difficoltà e la frenesia di una stagione iniziata “alla bellemeglio”, un po’ di più ora è lecito aspettarselo anche dall’allenatore, già al lavoro per ideare qualche novità in vista della ripresa con l’Udinese, tra un paio di settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Io non giocherei a tre dietro. Non abbiamo elementi in grado di fare tutta la fascia. A parte forse Chiesa con il rischio di penalizzarlo sotto rete. Metterei Milenkovic a destra. Un difensore degno finalmente di questo nome. E magari Hugo a sinistra. Avrei centimetri sui calci piazzati (che mancano) e maggiore copertura. Lascerei a Chiesa a sinistra e a Diaz a destra la fase offensiva. A quest’ultimo gli farei mangiare qualche bistecca in più.

  2. Basta li avete rotti:si vince una partita siamo quasi da champions.si perde un’altra e siamo da salvezza.almeno voi professionisti non fate ridere.capisco(poco e a fatica ) noialtri esperti da bar ma voi proprio no.

  3. @ Diego
    e quando li diamo, a fine campionato quando è troppo tardi. Bisogna saper anticipare i risultati, perché se li aspetti è già tutto successo!

  4. Temo sia troppo presto per dare giudizi…

  5. Io lo dissi subito: allenatore scarso e sbagliato per la rivoluzione messa in atto! Con la “campagnina acquisti” fatta dall’ignorante ci voleva un allenatore che impostasse il 3 5 2 o il 3 4 1 2, non uno col chiodo fisso del 4 2 3 1 che Sousa faceva con l’uomo di peso (Kalinic e non Simeone) e senza vere un Benassi (fatto fuori nello stesso schema di Mihaijlovic al Torino) perso! Tutto sbagliato, tutto da rifare come diceva Ginettaccio! Ora rimediare a gennaio e siccome penso che la cosa più ovvia (far fuori lo statico allenatore) non verrà fatta dai leccavalle, allora vendere qualche inutile fantasista e prendere un grande attaccante centrale (da 20 milioni minimo) spostando Simeone al posto di Thereau (che non regge più di 30 minuti) da utilizzare nell’ultima mezz’ora!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*