Questo sito contribuisce alla audience di

STA NASCENDO UNA SQUADRA GIOVANE E NON BANALE NEL MERCATO DELLE SUPERPLUSVALENZE. E ANCHE BABACAR PUO’ ANDARE

Otto titolari su undici diversi. Un mercato che ha visto andar via i migliori, con il prossimo bilancio dellavalliano che vedrà un attivo di svariati milioni di euro, grazie alle super plusvalenze, che mai come quest’anno hanno portato soldi su soldi. Ma anche una società che ha deciso di ringiovanire la rosa, di acquistare un attaccante di valore come Simeone investendo venti milioni di euro, di scommettere su una rivoluzione che, comunque la si pensi, incuriosisce.

Già, perché il mercato in entrata dell’ultima settimana ha quantomeno riavvicinato le distanze tra i disfattisti e gli ottimisti. Adesso si ha voglia di campo, di capire quanto e se i giocatori arrivati saranno importanti. Benassi, ad esempio, può essere più forte di Vecino, Simeone giocarsela con Kalinic, Pezzella con Gonzalo. E poi è rimasto Badelj (dato da tutti come sicuro partente), cosa non da poco per il progetto tattico di Pioli.

Certo, alla fine si sentiranno le partenze di Borja e di Bernardeschi, su tutti. Ma sarà il campo a parlare. E la sfida contro l’Inter ci dirà già qualcosa. Spalletti contro Pioli, un pezzo di passato e di presente che si incrocia. La voglia di rivalsa dell’allenatore viola (che sta pensando anche ad una difesa a tre visti i nuovi colpi in entrata), Borja e Vecino vestiti di nerazzurri e probabilmente titolari, una squadra quella gigliata che vedrà subito i nuovi in campo. La prestazione deludente in amichevole contro il Parma, ha fatto capire al tecnico gigliato che, fin da subito, occorreva altro. E allora Corvino ha accelerato, consegnandogli una squadra praticamente finita. Con una novità in vista: anche Babacar potrebbe andarsene. Con l’addio di Kalinic il senegalese pensava e sperava che la Fiorentina puntasse su di lui. Invece è arrivato Simeone. Ecco che, nelle ultime ore, l’entourage del calciatore si sta guardando attorno: ancora una stagione da riserva di lusso non gli piacerebbe. Ecco che Corvino ascolterà le offerte che arriveranno nelle ultime due settimane di mercato. E, si dice, che abbia già ‘fermato’ il possibile sostituto. Anche quella di Baba potrebbe essere una super plusvalenza, roba da quindici milioni di euro per un giocatore che, almeno in maglia viola, sembra essere rimasto a metà del guado. Né carne né pesce si potrebbe dire per una di quelle pianticelle di Corvino che non sono mai riuscite a sbocciare definitivamente. Magari lo farà altrove, ma il suo futuro sembra improvvisamente lontano da Firenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

60 commenti

  1. Se va via baba ne verrà uno più scarso di sicuro , perciò teniamoci lui.

  2. Prima di scrivere cifre a caso sarebbe meglio dare uno sguardo alle modalità di pagamento delle cessioni e degli acquisti. Se io cedo un giocatore a quaranta e me lo pagano in tre anni, al massimo quest’anno ho un terzo della cifra a disposizione; stessa cosa per gli acquisti.

  3. Stefano, sulla fine che ci ha fatto fare Vittorio, con me sfondi una porta aperta, ma nello specifico sbagli esempio.
    Quel grullo di Vittorio nn ha vinto solo due coppe Italia e una supercoppa italiana, ma ha fatto una semifinale di coppa coppe, diverse partecipazioni di Champions (ricorderai anche te l’ignobile pastetta de Valencia per buttare fuori la seconda Fiorentina più forte che io abbia visto giocare), in generale s’era una delle “sette sorelle”.
    Fissi li, nel posto che ci spetta di diritto, dove ogni tanto si vinceva qualcosa e s’era orgogliosi di avere io nostro Bati, il Rui e l’Edmundo.
    Il problema di questi è che di quello che dovrebbe essere la “ragione sociale” di una squadra di calcio, nn gli frega un fico secco, a me di fare la fase a gironi dell’Europa League, giocando con l’atletico puzzonia, volando fuori alla prima partita vera, nn mene frega nulla, a loro va benissimo.
    A questi di andare oltre, nn gliene frega nulla, telo ha detto diego da diverso tempo che nn gliene frega nulla del calcio.
    Questo nn riesco a capire del ragionamento di chi li sostiene, vi scagliate contro il mercenarismo dei giocatori, avallate il fatto che un giocatore che nn resta volentieri deve andarsene, ma vi va bene che a nn fregare nulla sia la proprietà.

  4. Meno chiacchiere e venite a Milano

  5. Vedi S69,ognuno ha le proprie idee.basya essere pacati nel propinarlo agli altri. Ci sono quelli che sbavano per una coppa Italia e passerebbero sopra ad ogni altra cosa negativa pur di vincerla. Per me,ad esempio,una gestione come quella di Vittorio,cioè vinta una coppa Italia e giù una bella retrocessione in serie B,poi vinta un’altra coppa Italia e rifischia ancora in serie B,e come ultima ciliegina un bel fallimento con tanto di fideiussioni false da un istituto di credito sudamericano che aveva come capitale sociale gli stessi soldi che ho io (e sono pochi,credimi),non lo vedo come un ” Evviva abbiamo vinto la coppa Italia,siamo una big”,ma lo vedo più come “questi ogni tanto hanno un gran cuxo,ma sostanzialmente sono una squadretta di medio/basso livello”. Che ci vuoi fare,io sbavo per il Tottenham che ha vinto meno della Fiorentina nella sua storia,però è sempre lì,a giocarsela con le big europee,a lottare con chi conta davvero,a confrontarsi con il calcio vero. E c’è chi invece sbava per il Leicester,che gioca in B,anche in C,poi viene in A,poi torna in B e alla fine ha avuto la favola di cenerentola ed ha vinto un bel titolo,ma sempre di una squadretta di bassa lega si tratta. E vedo che anche alla UEFA la pensano come me visto che i Londinesi son considerati un top team e il Leicester non lo calcolano neppure,quindi forse,dico forse perché non possiedo certo il dono della saggezza,potrei anche aver ragione io. Forse eh!!! Ad ognuno il suo sogno.

  6. La cosa bella è che Mario e Stefano, starebbero dalla stessa parte.
    Ma evidentemente, il buon Mario da Trento nn lo ha capito o più presumibilmente, manco ha letto ciò che ha scritto Stefano.
    Io ovviamente tifo per Stefano, anche se gli dico che per me, una proprietà che vince una coppa Italia in 16 anni, sarerebbe superiore.

  7. Io ci penserei prima di darlo via… Poi chi c’è in avanti oltre a Simeone?

  8. MARIO ma ci fai o ci sei? Non sono io a dire quelle cose,le hanno dette i lenzuolai,i contestatori ad interim. Per cui,se dovesse davvero cambiare proprietà.deve accadere quel che loro hanno detto e ribadito a più riprese. Altrimenti quei tifosi,tanto o pochi che siano,devono essere classificati come ……… Che hai capito ora?

  9. Ma come fai Stefano havdire certe birbonate? Il trippaio sotto casa gestirebbe anche lui? Che tipo di trippa dovrebbe vendere?una trippa d’oro di platino? Sei veramente superficiale! Ha gestire oggi questo tipo di calcio è un’impresa! Ma nn vi rendete conto che TT va ha rotoli! Staremo ha vedere il Milan che tipo di fine fa? Ci sono società fallite che continuano ad operare altre sull’orlo e voi state qui ha dire menate!! Ma x favore!

  10. Io non sono tifoso??? Ovvienvia MARIO,codesta è la più grossa barzelletta del secolo. Io sono sempre positivo,sempre favorevole,sempre accondiscendente,cerco sempre di fare da equilibratore nelle discussioni,ma siccome vedo che non c’è verso di abbozzarla con questa diatriba tra favorevoli e contrari ai DV,mi sono stancato e mi sarei anche rotto le balle. Le possibilità che ho,quindi,sono due. 1)smetto di leggere e di scrivere i commenti e leggo solo le notizie che mi interessano,oppure 2) cerco di buttarla sull’ironia e sulla farsa,e scrivo cose a cappella,come mi escono tout court. La prima ipotesi non mi soddisfa,per cui ho optato per la seconda. Vedi però che quando scrivo che una nuova proprietà sarà da me difesa come e anche più di chi c’è adesso,come ho sempre fatto dal ’68 ad oggi,ed è vero che lo farò,farò anche le pulci a chi dovesse arrivare perché a me interessa che ci faccia ottenere risultati migliori. E questo non perché io sia uno che segue la squadra solo se questa va bene,(la seguivo anche quando faceva veramente pena negli anni ’70)quindi figurati,ma perché per me la lingua italiana ha un senso,e se scrivi,martellando ogni giorno che è giusto contestare i DV perché chiunque,anche il Trippaio sotto casa,con l’autofinanziamento potrebbe fare come e anche meglio di adesso,poi mi aspetto che ciò sia vero al 100%,non che sia stato a sorbirmi lamentele,lagne,infamate,insulti etc…. per sentirmi dire alla fine,”si,vabbè ma si scriveva un po’ a caso,tanto per accentuare la cosa,solo perché i DV non ci stavano simpatici”. Eh no,col kaiser. Tutto qui il mio discorso Mario.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*