Questo sito contribuisce alla audience di

STADIO, termovalorizzatore, aeroporto: i sindaci del ‘no’ tornano all’attacco

La nuova pista dell’aeroporto di Peretola procede molto lenta. Il destino del termovalorizzatore di Case Passerini è
appeso ad un filo, ovvero la sentenza del Consiglio di Stato, attesa per ottobre ma che slitterà a novembre. Mentre sulla costruzione del nuovo stadio a Novoli e della Cittadella Viola che dovrebbe nascere intorno, c’è la pesantissima incognita dei Della Valle che hanno messo in vendita la Fiorentina. Il Corriere Fiorentino dipinge questo quadretto intorno alle tre infrastrutture definite chiave per lo sviluppo di Firenze, date troppo spesso per certe dalla politica (sponda Pd), che però sono ferme al palo.

Colpa della burocrazia e anche dell’intreccio di poteri, che troppo spesso spianano la strada al Tar, rimettendo in discussione quanto già deciso. Il giornale mette in primo piano anche i cosiddetti ‘sindaci del NO’ che sono tornati a ad alzare la testa ora che Renzi e i suoi fedelissimi hanno perso gran parte del potere che avevano prima del referendum che ha segnato la carriera politica dell’ex Premier.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Ormai Firenze è diventata una città arretrata. Già a Bologna si respira tutta un’altra aria. Perche parlare di Pisa quando l’aeroporto di Firenze è già quello di Bologna a 30 minuti di treno supervelocissimo?

    Ormai Firenze ha perso il treno, in tutti i sensi.

  2. Quando mancano gli argomenti validi gli stolti passano alle offese…..tipico della peggiore ignoranza….spero solo che tu sia un fiorentino d’importazione (spero tu sappia cosa vuol dire ma ne dubito)

  3. Ma uno che Paragona Londra con 5/6 milioni di abitanti con Firenze che arriva a malapena a 380 mila abitanti è Propio un cretino. ORA TRAVA LA DIFFERENZA

  4. Caro GP vedo da come hai scritto che con quelli come te è meglio non affrontare certi argomenti…fiato sprecato, eppure non mi sembravano concetti complicati.
    Rileggiti ciò che hai scritto e gioca a trovare l’errore grammaticale vedrai che non è particolarmente difficile.

  5. Homo eruditus, noi cavernicoli ti diciamo che lo sviluppo a suon di cemento e ciminiere è un qualcosa che è già stato sperimentato con la prima rivoluzione industriale di fine ‘800 i cui nefasti scempi ambientali sono da tempo acclarati. Il vero progresso sta nella valorizzazione dell’ambiente, non nella sua distruzione in nome di qualche temporaneo posto di lavoro in più.

  6. A noi delle Piagge ci Passano sulla testa da 35 anni e ci siamo rotti i xxxxxxx ora le Bene che Passino sulla testa degli altri. E Poi cosa c’entra la guerra tra quartieri io Parlo della nostra situazzione come Sesto è campi Parlano della sua. E sé Poi vuoi fare la guerra falla pure ma no so se ti conviene.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*