Questo sito contribuisce alla audience di

Stavolta, in difesa, la Fiorentina non si è fatta trovare impreparata

Il “non ci faremo trovare impreparati” pronunciato in passato da Mario Cognigni è rimasto un po’ tra i tormentoni in ottica viola, preso a emblema dell’incompletezza della rosa della Fiorentina al primo anno di Sousa. Allora il mercato estivo si chiuse senza difensore centrale, così come quello di gennaio, perché di Benalouane non vi fu traccia in campo. La lacuna arretrata è stata tamponata solo numericamente con Salcedo e De Maio, l’estate scorsa: non a caso entrambi hanno già salutato Firenze. E vista anche la rinuncia a Gonzalo, la retroguardia necessitava di un restyling totale. Operazione già quasi portata a termine, con gli arrivi già fatti di Vitor Hugo e Milenkovic, oltre a quelli prossimi di Diallo e Bruno Gaspar (che rappresenta l’ennesimo tentativo di trovare un terzino destro). Che poi siano calciatori all’altezza o in grado di fare la differenza, questo lo vedremo sul campo, ma resta il fatto che in quella zona la Fiorentina è partita subito in quarta, facendosi trovare più che pronta ai nastri di partenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Quando si è incompetenti si è sempre impreparati!
    Basta guardare i risultati: una ciofeca dopo l’altra..,,

  2. Gente ma basta con questa stOria che se erano italiani costavano di più hai in casa Venuti con 3 milioni se volevi esercitava la recompra di Piccini a centrocampo non vedo perché Capezzi sia tanto peggio di Cristoforo o perché non dare la possibilità a Petriccione sono tutti italiani e li hai e lì avevi in casa comprare stranieri semi sconosciuti quello é giusto???? Io credo che si potrebbe spendere tutto il budget che hai x 2 GIOCATORI! !!!! e il resto ragazzi dalla primavera così no????????

  3. Sono fiducioso quest anno 💜

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*