Questo sito contribuisce alla audience di

Strani gli dei che stanno dietro al gioco del calcio

Chi l’avrebbe mai pronosticato che la prima giornata di campionato avrebbe riservato alla Fiorentina una domenica all’insegna della nostalgia.
Perché al momento della compilazione dei calendari, il ‘cervellone’ che accoppia le squadre del massimo torneo italiano ha deciso di far incrociare Inter e Fiorentina. Mai era successo nella storia della Serie A con la formula del girone unico, per intenderci quella in vigore dal 1929/1930, che i nerazzurri ospitassero i viola nel weekend inaugurale del torneo.
Un segno del destino?
Forse, perché in quest’estate gli incroci di calciomercato fra le due società sono stati davvero rumorosi.
La Fiorentina salirà in Lombardia con al comando delle operazioni il penultimo allenatore dell’Inter. Quello Stefano Pioli che nel novembre 2016 era subentrato a Frank De Boer, ritenuto responsabile di un avvio di stagione da 14 punti in 11 giornate, ma che sei mesi più tardi – nonostante un contratto che lo legava ai colori nerazzurri fino al giugno del 2018 – veniva esonerato dopo il KO in casa del Genoa e con ancora tre giornate da disputare prima della conclusione del campionato.
Dall’altra parte del campo, anima della rinnovata Inter di Luciano Spalletti, sarà un certo Borja Valero Iglesias, centrocampista spagnolo che per un quinquennio ha pensato il gioco della viola collezionando oltre 150 caps in campionato.
Ma non è tutto.
Perché ad Appiano Gentile è tornato ad allenarsi Stevan Jovetić, fantasista portato in Italia proprio dalla Fiorentina, che con una serie di buone prestazioni messe in mostra nel corso di quest’estate ‘rischia’ di ritagliarsi un posto da titolare almeno nella prima parte di stagione.
Curiosità: proprio Borja Valero e Stevan Jovetić giocarono assieme nella Fiorentina 2012/2013. A fine stagione il primo risultò il calciatore con più presenze, il secondo quello col maggior numero di reti messe a segno. E a fine torneo, con 70 punti in saccoccia, la viola raccolse una delle sue miglior prestazioni, arrivando a poca distanza dal record di 74 punti sul campo fatto registrare nel torneo 2005/2006.
Per i bookmaker che stilano le quote per la Serie A i favoriti nello scontro diretto sono i padroni di casa. Anche la storia dei testa a testa ha visto gli ospiti conquistare il Meazza nerazzurro solo in 15 occasioni su 79 sfide di Serie A, l’ultima due stagioni fa con un sonoro 4-1.
Per gli scommettitori più audaci segnaliamo inoltre quote interessanti nelle combinazioni under/over, risultati primo tempo/finale, oppure, risultato esatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Ma perché nell’articolo non si fa menzione di Vecino? Grave.

  2. CON TUTTE LE DIFFICOLTÀ CHE AVRÀ LA FIORENTINA A INIZIO CAMPIONATO CON GIOCATORI INFORTUNATI SQUALIFICATI APPENA ARRIVATI CHE SI DEVONO AMBIENTARE QUALCHE GENIO IN SOCIETÀ HA DECISO CHE POCHI GIORNI PRIMA DELLA PARTITA CON LA SAMP SI DEVE ANDARE IN SPAGNA A FARE UNA PARTITA SUPER INUTILE AL CALDO …VERAMENTE UN GENIO…NEANCHE DARIO AVREBBE PARTORITO QUESTA BUFFONATA…FV

  3. Fiorentina A contro fiorentina b :-((

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*