Strootman a rischio prova tv dopo la simulazione nel derby, i dettagli

Continuano gli strascichi del derby di Roma, vinto dalla Lazio 3-1. Kevin Strootman infatti, potrebbe incorrere nella prova tv a causa della simulazione sul fallo che ha portato al calcio di rigore realizzato da De Rossi. L’episodio che ha portato al momentaneo pari sembra chiara simulazione, che rientra nei limiti dell’articolo 35 della giustizia sportiva. Strootman rischia 2 giornate di squalifica, la stessa pena che, per episodi analoghi, è stata comminata a Iliev del Palermo (2005), Adriano dell’Inter (2007) e Krasic della Juve (2010). La Procura federale sottoporrà gli atti al giudice sportivo che domani, forse, emetterà il verdetto. Sicuro l’appello del club, che probabilmente cercherà di difendersi spiegando come Strootman sia caduto per evitare il calcio di Wallace. Da ricordare, poi, come l’olandese già nel derby di andata aveva ricevuto 2 giornate di stop per una simulazione, dopo che Cataldi (espulso) lo aveva tirato per la maglia. Poi in appello era arrivata la revoca, ma lo stesso Strootman onestamente aveva chiesto scusa per avere, in precedenza, innescato un parapiglia lanciando dell’acqua verso la panchina laziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Non credo che faranno valere la prova televisiva trattandosi di un giocatore della Roma, ragazzi avete notato che la Roma è una delle + protette? forse c’ha molti politici amici questo non lo so’ però batte di gran lungo la Lazio nonostante Lotito! anzi devo dire che la Lazio a livello arbitrale non vedo favoritismi clamorosi.

  2. E all’arbitro che ha fischiato quel rigore inesistente quanti turni di squalifica???? Sempre forza viola

  3. In un caso così, con la VAR, verrebbe espulso subito e poi in seguito le giornate di squalifica

  4. Albertoviolaclubroma

    Strootman dovrebbe prendere non due ma quattro giornate di squalifica due per la simulazione di ieri e altre due che gli sono state condonare per il derby precedente, dove gettò acqua addosso ai componenti la panchina laziale.Quel gesto gravemente antisportivo avrebbe potuto causare gravi incidenti tra le due tifoserie.
    Ma dubito che la giustizia sportiva sarà severa,a kalinic due giornate confermate dopo il ricorso,a Perinic( inter) stessa infrazione due giornate poi ridotte a una.
    Giustizia forte con i deboli,debole con i forti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*