Tacchinardi: “Sousa è il Lippi del 2015. Con Gomez la Fiorentina non sarebbe stata così forte”

Sousa Panchina

Fenomeno Paulo Sousa e fenomeno Fiorentina. Il tecnico portoghese e la squadra che allena conquistano le pagine dei giornali nazionali come La Repubblica, che gli dedica molto spazio stamani. Sul quotidiano del gruppo L’Espresso, troviamo anche molti pareri di ex compagni di squadra di Sousa ai tempi della Juventus, come quello di Alessio Tacchinardi, ora allenatore della Pergolettese in D e commentatore tv: “Onestamente Paulo mi ha sorpreso, ma ne sono felice. È un Lippi del 2015, con tante idee innovative, al passo con i tempi. Da Lippi ha ereditato il carisma, la mentalità vincente, il coraggio di chi prova a fare sempre la partita, come contro la Roma, al di là del risultato. Ha convinto la squadra a seguirlo e lui riesce a far rendere la rosa anche oltre il valore reale. Però ricordiamo anche che questa Fiorentina è stata costruita molto bene in estate e ha ogni uomo al posto giusto. Paulo ha avuto il merito di chiedere Kalinic, con Gomez sarebbe tutta un’altra squadra, non così forte“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. D el gioco di Lippi nulla, per fortuna. Ben altra qualità quello di Sousa

  2. bravo tacchinardi il tedesco non sarebbe servito a niente

  3. hai detto solo una cosa buona ….il panzerotto in questa squadra non sarebbe servito a niente, e sinceramente ho un forte dubbio con il nostro baba a sousa non gli garba molto, se dobbiamo vincere dobbiamo fare delle scelte

  4. ecco!
    ora tutti cominciano a chiaccherare!
    cattivo segno!
    adesso devono essere bravi tutti quanti a sopportare la pressione di questi personaggi che vivono alle spalle del calcio.
    (non solo loro ovviamente! ci sono pure peggio!!)
    tra un pò arriveranno pure quotazione astronomiche di giocatori.. richieste da squadroni, ecc…
    okkio!!!

  5. Forse Tacchinardi si è confuso perchè la Viola non ha niente a che vedere con il gioco di Lippi. Sacchi è l’unico ad avere qualcosa in comune ma i tempi cambiano e Sousa fortunatamente cammina coi tempi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*