Talento assoluto e potenziale infinito, ecco Dennis Praet Video

Praet

La notizia di mercato riguardante l’incontro tra Ramadani e Cognigni ha scosso l’ambiente viola, perché Dennis Praet è uno dei nomi più ambiti nel panorama europeo. Nato a Leuven nel 1994, cresce nel settore giovanile del Genk al quale dice addio nel 2010 per trasferirsi all’Anderlecht. Un anno con i giovani e poi il salto in prima squadra, a partire dalla stagione 2011-12: ma è nella stagione successiva che Praet si afferma e diventa titolare nel club più titolato del Belgio giocando quaranta partite e realizzando sei gol e otto assist. Il 2013-14 e il 2014-15 sono annate  che confermano quanto di buono si dice nei confronti di Praet: nella prima realizza cinque gol e nove assist in quarantasei partite, nella seconda nove e undici in trentanove gare, diventando il trascinatore dell’Anderlecht. Nella stagione attuale è fermo a cinque gol e nove assist in trentanove match. Ad oggi, con il club belga, ha vinto tre volte il campionato e la Supercoppa (2012, 2013, 2014), e nel 2014 anche la Scarpa d’oro come miglior calciatore della Jupiler League.

Di ruolo trequartista, può ricoprire, ad ogni modo, quasi qualunque posizione nel centrocampo dell’Anderlecht: centrale e laterale, con risultati decisamente inferiori. La posizione in cui riesce a dare il massimo è quella avanzata, la trequarti avversaria, dov’è in grado di dare sfoggio delle sue qualità tecniche e realizzative. Alla grande rapidità ed eleganza nei movimenti, dovuta anche ad un fisico minuto, e a un destro potente e preciso, associa un’ottima visione di gioco e un notevole fiuto del gol. Caratteristiche, queste, che lo avvicinano ad Andrés Iniesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Scatto forse decisivo dei nostri oer l acquisto del giocatore, si , si sono alzati dal letto.

  2. Ma scusate, e’ stato rivelato che la Fiorentina non aveva neanche 400mila Euro per il prestito di uno scarpone quale De Maio, tanto che hanno preso i ridicoli prestiti che sappiamo a 0…Il prestito di De Maio era “fuori budget” e volete che si compri gente da 20 milioni? gli scarpai prenderanno solo prestiti gratuiti e prestiti con diritto di riscatto, ben sapendo che non verrà mai esercitato. Voi credete alla favola che i soldi x il mercato c’erano ma i dirigenti non sono stati capaci di spenderli? I DV hanno incaricato i loro Bucchioni di turno x mettere in giro queste assurdita’!

  3. Non arriverà mai.

  4. Tranquilli tanto cognigni ci fa scappare anche quello un capisce nulla di cslcio

  5. Albertoviolaclubroma

    Ma invece dell ennesima mezza punta non sarebbe il caso di trovare due difensori forti e un incontrista per il centrocampo?

  6. Cari Antonio 46, morello e violapuro, io non so quello che succederà, ma in po di ottimismo non guasterebbe. O no? Se poi volete vincere per forza c’è sempre la Juventus o il Barcellona. SFV

  7. Ma con quali soldi? di quale proprietà?

  8. Delle due cose una :1-non sarà vera la notizia.2-non sara’ cosi forte come descritto nell’articolo ,altrimenti ,con tutti i cani sguinzaglati a caccia,non lo avrebbero proprio lasciato li,e poi solo….8 milioni.

  9. Tutto fumo negli occhi ma chi vi crede, se questo glie forte un verrà mica in una società come la fiorentina con dei dirigenti incapaci e con una proprietà spilorcia.

  10. Se i toni entusiastici dell’ articolo hanno una base di verita’ la Fiorentina non potra’ competere con la concorrenza . Se arriva sara’ difficile che possa rispondere a tanta aspettativa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*