Questo sito contribuisce alla audience di

Tanturli: “Temo rinvio del campionato ad oltranza: che danni per il tifoso utente”. Sartoni: “E se scioperassimo noi contro i calciatori pluripagati?”

Oltre mille e passa tifosi della Fiorentina dovranno rinunciare oggi a vedere l’esordio dei gigliati a Siena nell’anticipo di campionato a causa dello sciopero indetto dall’Assocalciatori. “Ognuno ha diritto di scioperare, anche se per certe categorie lo ritengo un po’ assurdo: a mio avviso c’è un mancato rispetto dell’utente finale, il tifoso, che negli ultimi anni è sempre meno tutelato ed invogliato da fattori esterni ad andare allo stadio. Se per noi annullare un biglietto è cosa di poco conto e dover rinunciare ad una trasferta vicina come quella di Siena ha praticamente avuto un impatto scarsissimo o nullo a livello di costi, Sono arrabbiato allo stesso modo sia coi calciatori che con la Lega Calcio e ho paura di un ulteriore rinvio, visto che al tavolo delle trattative non è stato trovato un accordo in un anno, sarà difficile che lo trovino in 15 giorni”, commenta Walter Tanturli, presidente dell’Atf, impegnatissimo ad annullare i tagliandi. Filippo Pucci, presidente del Centro di Coordinamento rincara la dose: “Ve lo immaginate che cosa comporta tutto questo ai tifosi di Lecce, Palermo e Catania che dovevano sobbarcarsi lunghe trasferte al nord?”. Infine Stefano Sartoni, ex presidente del Collettivo, è amareggiato: “C’è chi è tornato uno o due giorni prima dalle vacanze per andare a Siena, i calciatori sono una categoria un po’ diversa di lavoratori, chissà cosa farebbero se una volta tutti i tifosi scioperassero disertando gli stadi e non comprando il calcio in tv?”. Intanto, come riporta il sito ufficiale dei bianconeri toscani, chi ha acquistato un tagliando per Siena-Fiorentina potrà utilizzarlo in occasione del recupero della partita, la cui data deve ancora essere individuata, ma che potrebbe essere il 30 novembre, primo mercoledì utile al netto di turni infrasettimanali, competizioni europee e qualificazioni ad Euro 2012. Coloro che intendessero chiedere il rimborso, potranno farlo esclusivamente nel punto vendita dove hanno comprato il biglietto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*