Questo sito contribuisce alla audience di

Tardelli a FN: “La Fiorentina l’abbiamo giudicata troppo negativamente. Pioli è l’uomo ideale. Chiesa leader? Troppo presto, mentre Bernardeschi…”

Compagno di squadra di Stefano Pioli per un anno ma soprattutto grande bandiera della Juventus, nonché della Nazionale campione del Mondo nel 1982, Marco Tardelli è sicuramente un personaggio di spicco nella storia bianconera. Le sue origini toscane lo hanno portato, e lo portano, comunque a seguire anche le gesta della squadra viola e per questo Fiorentinanews.com lo ha contattato nel giorno di Juventus-Fiorentina, lui che di queste sfide ne ha giocate veramente tante in carriera.

Fiorentina sfavorita stasera, la speranza può esser quella di trovare una Juve appagata?

“Alla Juve i problemi di appagamento non esistono, la squadra di Allegri è sempre lì. La Fiorentina si è ripresa bene dopo l’inizio della stagione. Pioli sta dimostrando di essere un ottimo allenatore e di saper lavorare con i giovani. Forse la squadra viola l’abbiamo giudicata troppo negativamente dopo il mercato, adesso si è tirata su. Juve-Fiorentina sarà una partita difficile, da tradizione, è sempre stata una partita molto bella”.

Tra quanto tempo vedremo la vera Fiorentina?
“L’ingrediente che predico è la pazienza, aldilà del tempo specifico, i giovani danno e tolgono, possono fare due belle partite e poi una sbagliata o anche di più. Non c’è una continuità o una regola ben precisa quando si allenano giocatori giovani. Bisogna saper aspettare per poi poter valutare il lavoro che hanno fatto i dirigenti della Fiorentina, molti giovani che sono arrivati sono interessanti, alcuni c’erano già. Sono andati Bernardeschi e Kalinic ma sono stati anche sostituiti”.

In tal senso, Pioli è l’uomo giusto per ripartire con questo tipo di idee?
“Assolutamente. Pioli è un ragazzo pacato, conosce il calcio e sa come mettere in campo le squadre, forse è più adatto ai giovani in questo momento. Dopo l’Inter è rimasto un po’ scottato ma lo ritengo già un allenatore a quel tipo di livello, certo per esserlo a pieno occorre avere anche i giocatori e la società dalla propria parte”.

Chiesa invece è il leader designato della nuova Fiorentina?
“Non gli metterei troppa pressione, non può essere ancora un trascinatore o un leader, ci vuole esperienza per farlo. Però certamente è un gran bel prospetto”.

La scelta di Bernardeschi: giusto lasciare i minuti sicuri di Firenze per la Juve?
Bernardeschi è un ottimo giocatore, anche lui dovrà avere molta pazienza però, la Juve ha tanti grandi giocatori come sempre accade. Ha bisogno di stare tranquillo per trovare il suo momento”.

La Juve invece resta la favorita, anche per lo scudetto?
“Ha sbagliato la prima partita in Champions, però è sempre lì, negli ultimi 3-4 anni è arrivata a fare un paio di finali e il suo problema è vincere la finale. Ma è sempre sul pezzo, anche se ci sono Napoli e Inter che sono concorrenti più che all’altezza, anche se ancora i nerazzurri non hanno espresso un grande calcio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Tardellone e i suoi pronostici ….

  2. Commenti comici, tutti a mettere le mani avanti (hai visto mai….) oppure a fare previsioni azzardate (tutto ci sta, anche la juve può perdere, non è imbattibile, ce la metteremo tutta, ci vuole la super prestazione) e amenità simili. Poveracci noi, finirà come sempre con tre ipotesi: 1. goleada della jiuve che ci prende a pallonate, 2. gara decente con la Juve più concreta che realizza grzie alla maggio classe dei singoli (Dybala non vi dice niente?),3. ipotersi gara scialba ed equilibrata, nessuno dei due merita e alla fine il golletto della juve che ci beffa.
    In ogni caso stasera consigliato andare al cinematografo per la salute del fegato e della bile.
    Prosit

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*