Tatarusanu sta sempre meglio ma non sta mai bene, che succede al portiere romeno?

La situazione Tatarusanu continua a sollevare perplessità. Il portiere doveva star fermo un paio di settimane dopo l’infortunio alla schiena rimediato contro il Tottenham, poi il problema si rivelò più grave del previsto e i tempi di recupero si sono allungati, plausibile specie in casa Fiorentina dove i recuperi dei calciatori sono sempre avvolti da un velo di mistero. Poi però Tatarusanu è tornato ad allenarsi in gruppo, ormai molte settimane fa, tanto che Montella aveva detto di vederlo non ancora bene ma ormai al 99% della condizione. Da allora, però, il romeno non è stato più grado di fare l’ultimo step e Montella continua a ribadire che sta meglio ma non bene, e ormai sono oltre due mesi che sta fuori. Discorso che interessa la Fiorentina anche in chiave futura visto che la prossima stagione sarà indubbiamente lui il titolare ma avrà bisogno di un dodicesimo all’altezza, forte quanto lui, per poter gestire la stagione e le condizioni malconce della schiena del romeno. La Fiorentina della prossima stagione dovrà avere in rosa due portieri di primissimo livello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA