Questo sito contribuisce alla audience di

Tavecchio: “Un’utopia una Serie A a diciotto squadre. Giocare a Santo Stefano si può!”

Il presidente della FIGC Tavecchio. Foto: Footstats/Fiorentinanews.com

La prossima Serie A potrebbe essere rivoluzionata nelle date e nel calendario, ma non nella formula che resterà a venti squadre benché siano in molti a chiedere una riduzione delle partecipanti anche per migliorare la competitività del nostro campionato. E’ questa la posizione tenuta dal presidente della Figc, Paolo Tavecchio, intervenuto a Radio Anch’io Sport: “E’ un’utopia una riduzione del campionato a 18 squadre, anche perché c’è bisogno dei due-terzi dei consensi per cambiare la formula e non ci sono le basi. Partite durante le feste natalizie? Il tabù è giocare di Natale, ma il 24 o il 26 per me non ci sono problemi sempre se le società sono d’accordo. Così come l’estate, noi dobbiamo cominciare a giocare in prossimità del Ferragosto anche per fare il bene della Nazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Inghilterra, Spagna e Francia = campionati a 20 squadre.
    Caro Tavecchio, fattene una ragione e dormici sopra.

  2. supercannabilover

    18 squadre sarebbe giusto ma non per le squadre mediocri (quasi tutte) che si prostituiscono per le briciole che rimangono dei diritti tv. Tavecchio e’ il giusto traghettatore dei denari destinati alle solite e le medio piccole abbassano la testa.

  3. Ha ragione…. I calciatori milionari hanno tutta una vita dopo aver smesso x godersi i soldi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*