Tello ed il male da panchina

Foto: Activa Foto/Fiorentinanews.com

Tello è sicuramente l’arma in più della Fiorentina dopo il mercato di gennaio, viste le sue capacità tecniche e le sue velocità. Come tutti i giocatori, soffre però il mal di panchina, come scrive La Gazzetta dello Sport. Venuto via dal Porto proprio per il rapporto troppo stretto con la stessa e la scelta di tenere lo spagnolo fuori dall’undici titolare contro la Roma ha sorpreso. Senza però far troppo discutere. Visto che era stato lo sforzo profuso pochi giorni prima contro il Napoli il motivo dell’esclusione. Proprio Paulo Sousa aveva caldeggiato l’acquisto nel recente mercato di gennaio, visto che gli occorreva un esterno abile nell’uno contro uno e capace di andare in verticale. Del resto le troppe panchine accumulate nella prima parte di stagione ne hanno abbassato decisamente il livello di condizione. All’Olimpico l’ingresso a gara in corso ha leggermente aumentato la pericolosità viola, come dimostra il rigore conquistato dallo stesso Tello. Nelle sei partite giocate con la maglia viola sulle spalle Tello ha già giocato quasi quanto nella parte iniziale di stagione in Portogallo, per cui la fiducia nello spagnolo c’è, eccome.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Mi piacerebbe conoscere chi firma questo articolo della gazzetta. Ieri ho letto sui media l’ esatto contrario; il procuratore del ragazzo ha dichiarato che il suo assistito è felicissimo di stare a firenze e ad oggi se deve scegliere fra Barca e noi sceglie noi.

  2. Tutti soffrono la panchina. Non comprendo il significato dell’articolo, la Gazzetta cerca di creare scompiglio nel gruppo viola e si inventa tante storie.Tello non è un top player e quindi se vuole giocare a livelli soddisfacienti dovrà accettare anche la panchina. Tutto dipende dalla fiducia dell’allenatore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*