Questo sito contribuisce alla audience di

Tello in crisi: l’entourage dello spagnolo a rapporto da Corvino

Tello al Franchi. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Momento complicato per la Cristian Tello, raramente incisivo in questa stagione ed ora minacciato anche da un rampante Federico Chiesa: il talentino di casa gigliata lo ha rimpiazzato in Azerbaijan ma soprattutto con il Sassuolo, quando lo spagnolo sembrava poter tornare titolare. Qualche fischio e molti mugugni del pubblico al momento del suo ingresso in campo, a causa anche di un carico un po’ eccessivo di aspettative che era stato creato intorno a lui. Da gennaio a giugno qualche sprazzo di velocità e tecnica; dopo il suo ritorno ad agosto tanta fatica e pochissima continuità all’interno delle sue prestazioni. Una situazione che ha generato l’esigenza di un confronto tra l’entourage di Tello, capitanato da Josep Maria Orobitg, e Pantaleo Corvino, andato in scena questa mattina, come riportato da Radio Bruno. L’esterno ex Barça dovrebbe rimanere fino al termine della stagione ma il suo riscatto sembra a dir poco complicato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. bravo Dario…parole saggie ma di difficile comprensione per coloro che si sentono allenatori professionisti dopo 8 ore di manovalanza!

  2. X Bibi il tuo discorso non a una grinza. Peccato che sia rivolto ad un pubblico di sordi che non vogliono sentire. Io non ho mai fischiato un giocatore che indossa la nostra maglia prima ancora che scenda in campo perché non si farebbe una danno solo al calciatore ma a tutta la squadra.

  3. Quando hanno la nostra maglia addosso non si fischiano preventivamente perché è una cosa tafazziana..

  4. Io sono dell’avviso che Tello sia molto tecnico, in questo senso fra i migliori della rosa viola, però ha poco carattere, senza offesa per carità, carattere in ambito del rettangolo di gioco intendo.

    Io sono dell’idea che allo stadio i tifosi viola debbano applaudirlo e non fischiarlo perchè a fischiare NEL SUO CASO peggiori la situazione. In altri casi le cose migliorano ma non per Tello.

    Se Tello ritrova la fiducia della piazza nei suoi confronti comincerà a sbagliare sempre di meno e a scegliere le soluzioni giuste durante il gioco.

    Cerchiamo di dare fiducia al ragazzo e quando entra in campo SOLO APPLAUSI. Proviamoci !

  5. Mi sembra che di opportunità ne abbia avute parecchie, a differenza di altri giocatori, e le ha miseramente fallite tutte nonostante nessuno mugugnava o lo fischiava.
    La realtà purtroppo è che il ragazzo è limitato, sembra che abbia veramente poco talento e iniziativa, gioca senza mai proporsi e passa sempre indietro. Che venga dal Barcellona non vuole per forza dire che sia forte.
    X Bibi
    penso che non possiamo continuare a giocare con questa zavorra fino a fine campionato e che i fischi secondo me sono destinati indirettamente all,allenatore che lo preferisce ad altri

  6. Concordo

  7. Ragazzi, questo giocatore mi sembra molto debole caratterialmente per cui se sente anche la diffidenza, per non dire peggio, dei tifosi nei suoi confronti, allora si che si butta giù e non gli riesce più nulla ! Proviamo a sostenerlo sempre, ad incitarlo, a fargli sentire il calore del tifo, quando gioca. I fischi prima di entrare in campo non hanno mai aiutato nessuno. E’ vero che a volte è indisponente per come gioca, ma il suo atteggiamento è frutto della sua situazione psicologica, cerchiamo di capirlo. Freghiamocene se avesse o meno la clausola che “obbliga” la Fiorentina a farlo giocare, valutiamolo e, nel caso, sosteniamolo sul campo. E poi, se a fine Campionato non si ritiene valido per noi, addio e viva un altro ma ad oggi, quando gioca, è un giocatore della Fiorentina.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*