Tello l’uomo decisivo, ma Sousa lo deve aiutare

Tello in azione. Foto: Activa Foto
Tello in azione. Foto: Activa Foto

Cristian Tello può e deve essere l’uomo in più per la Fiorentina ma, come scrive la Repubblica, per essere decisivo deve essere sgravato da compiti difensivi. Così Sousa deve dargli una mano mettendo in campo una formazione con la difesa a quattro con Roncaglia a fare da scudo allo spagnolo, libero di attaccare in velocità come sa e pensare solamente a portare pericoli in avanti. Contro il Frosinone tornerà la Fiorentina dei migliori e Tello è pronto a fare la sua parte anche per zittire chi già ha cominciato a criticarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Ma Joaquin chi, quel FINITO NELLE BARBE che adesso FA PANCHINA E VIENE CRITICATO NELLA SQUADRA DEI SOGNI AKA BETIS, e che AVREBBE CONTINUATO A FARE PANCHINA ANCHE QUI SE NON AVESSERO VENDUTO CUADRADO?

    Certo che a Firenze c’è gente che si accontenta sempre di poco, eh. Io guardo e riguardo le statistiche, ma mi risulta che il bollito di cui sopra 86 presenze, 20 gol e 14 assist nel Barcellona di Guardiola non li abbia fatti nemmeno nei suoi sogni più arditi. Valencia, al massimo.

    Sfiga. D’altronde è un tale campione che ha dovuto spaccarsi una mano e fare la pantomima per tornare alla sua squadretta di ripescati dalla piena, visto che nessun altro lo voleva più. Né mai l’ha voluto. L’abbiamo preso noi e il Malaga post sceicco solo perché non costava nulla.

  2. Sousa è uno specialista nel far giocare i suoi fuori ruolo, puchè obbediscano scrupolosamente e tacitamente ai suoi dettami tattici.
    Cmq io 8 mln per Tello non ce li spenderei, con quei soldi ci prenderei di meglio e al posto di Tello lancio Minelli, Chiesa o Caso……. c’è solo l’imbarazzo della scelta.

  3. E bravo anche se troppo prevedibile nel suo modo di giocare basato solo sulla velocità per superare l’uomo dopo essersi allungata la palla con il sinistro.Comunque non c’è lotta tra lui e joaquin che è di altro pianeta. Il riscatto non è consigliabile perché sono davvero troppi i milioni previsti.

  4. Se Tello cala alla distanza è semplicemente perché l’allenatore, che in effetti non lo aiuta, si è illuso che tutte le ali del mondo siano come Bernardeschi (o almeno come il Bernardeschi pre-chiacchiere sul suo futuro, sulle convocazioni agli Europei ecc.), ossia disponibili e atleticamente capaci di poter fare anche il terzino. Tello, invece, E’ UNA PUNTA ESTERNA e questo lavoro non l’ha mai fatto, per cui se non lo fai giocare nel suo ruolo, ovvero nei tre d’attacco con una mezzala dietro a coprirlo (Vecino?), dopo poco inesorabilmente si spompa.

    Chi ha già cominciato a criticarlo questi banalissimi concetti tattici dovrebbe conoscerli, ma il problema è che a loro mancano proprio le basi.

  5. È vero Tello deve solo attaccare….ma lo deve fare per 90 minuti no solo per 45!!!!alla sua eta’deve mangiare il campo !!!o no?????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*