Tempi duri per Bargiggia: il figlio del giornalista trovato positivo alla cocaina

Luca Bargiggia, calciatore del Pontedera, è risultato positivo alla Benzoilecgonina (Metabolita della Cocaina) ad un controllo antidoping sostenuto dopo la gara Renate-Pontedera disputata a Meda lo scorso 23 ottobre 2016. A seguito di ciò, il Tribunale Nazionale Antidoping lo ha sospeso cautelativamente in accoglimento della richiesta effettuata dall’Ufficio Procura Antidoping.La curiosità è che il giovane calciatore è il figlio del molto più famoso Paolo, giornalista Mediaset, nonché esperto di calciomercato, resosi protagonista poco tempo fa della clamorosa “bomba” inerente al trasloco imminente di Paulo Sousa. Il giovane calciatore (in passato nelle giovanili dell’Inter) classe 1996, infatti, in passato fu squalificato per dieci turni per gravi insulti razzisti rivolti ad un avversario. Nel frangente aveva detto ad un calciatore di colore “negro di m… c….o vuoi, ridammi i Marò”. Carriera probabilmente stroncata sul nascere e (ennesima) figuraccia. Tempi duri per la famiglia Bargiggia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. l’ha comprata dal babbo!

  2. Il padre è il vero problema

  3. Come fate a giudicare il ragazzo, vorrei vedervi a voi nei suoi panni, ad essere i figli di Bargiggia.

  4. Oh e che volete che sia, è un giovanotto, l’importante è non abbinare cocaina e trans, come si fa in certe famiglie altolocate tipo gli Agnelli-Elkann, lì di esperienze a base di cocaina ne hanno tanta, e da generazioni… le ultime hanno aggiunto i trans, in passato ci si orientava sulle amanti eterosessuali, con annesse quisquilie legate alle eredità…. si riprenderà il figlio di Bargiggia, e pure Bargiggia, si consolasse, nella democrazia rappresentativa Italia, i rappresentanti del popolo sovrano fanno ampio uso, in ottime percentuali, della dilettevole sostanza. Una cosa è importante, o figlio di Bargiggia, stai lontano dai trans!

  5. A giudicare dalle s*******e che dice e scrive da sempre dovrebbero farlo anche a lui un bel test antidoping

  6. Un controllino anche al padre andrebbe fatto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*