Tic tac tic tac… Il tempo sta dando ragione al procuratore di Salah. I viola aspettano ancora la sentenza FIFA

Salah Roma

Passano i mesi e passano le stagioni ma della sentenza sul caso Salah ancora non c’è traccia con gli eventi che, per adesso, stanno dando ragione a Ramy Abbas, procuratore dell’egiziano che aveva escluso che ci potessero essere particolari effetti. La vicenda è ben nota con la Fiorentina che aveva presentato un ricorso alla FIFA contro il Chelsea e contro lo stesso giocatore per i fatti avvenuti nella scorsa estate quando il calciatore lasciò la Fiorentina tra le polemiche forte, diceva lui, di una carta privata firmata assieme a Mencucci che gli permetteva di decidere liberamente il proprio futuro. Pradè in conferenza stampa chiese pubblicamente scusa alla stampa e ai tifosi per come era stato gestito il caso con il giocatore che, approdato a Roma, continuava a siglare gol a raffica prima di infortunarsi. Il pomo della discordia è la validità o meno della famigerata scrittura privata; l’impressione è che la vicenda vada ancora per le lunghe e che a rimetterci sia stata comunque la Fiorentina che ha valorizzato un giocatore sconosciuto fino ad allora senza aver ricevuto niente in cambio; il rimpianto è invece quello di non avere un giocatore (a livello tecnico) come Salah in rosa. Ormai è acqua passata ma il diritto della società di avere una risposta è legittimo e sacrosanto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

32 commenti

  1. Scusa ma non capisco… o meglio capisco solo che il tifo acceca la ragione… lui e la società firmano un documento che gli pernette di liberarsi a fine stagione, lui decide di avvalersi di quanto corcordato, la società cerca non far appplicare quanto concordato e lui sarebbe scorretto?

  2. Pierfrancesco Biancalani

    Ad un calciatore che ha un procuratore che si chiama Abbas, c’è da stargli alla larga, meglio che sia andato alla Roma, tanto prima o poi avrebbe combinato qualcos’altro alla viola e dalla Fifa non c’é la minima protezione. Massa di corrotti!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*