Tino Costa: L’idolo Redondo e la sua accoglienza a Firenze. VIDEO

Tino Costa Conferenza

Un misto fra Papa Francesco, nell’accento, e Mati Fernandez, nell’aspetto: Tino Costa è il primo nuovo acquisto del mercato di riparazione della Fiorentina. L’ argentino classe ’85, arriva in prestito con diritto di riscatto dallo Spartak Mosca, proprietaria del cartellino nonostante il prestito al Genoa. In occasione, oggi, della sua presentazione, si è munito di un bel sorriso e di molta disponibilità per presentarsi alla stampa e a Firenze, città che, per sua stessa ammissione, non ha ancora avuto il tempo materiale di ammirare in tutta la sua bellezza. “Ma tutti ne parlano benissimo”, precisa l’argentino. Il centrocampista, che afferma di ispirarsi a Fernando Redondo, centrocampista degli anni ’90 e suo connazionale, ha già svolto quattro sedute d’allenamento, grazie a cui ha potuto conoscere i suoi nuovi compagni e il tecnico Paulo Sousa: “Ho trovato una squadra molto unita che mi ha accolto benissimo nello spogliatoio. Con Sousa ho avuto un confronto in cui mi ha spiegato la sua filosofia di gioco”. E’ felice e pronto a iniziare la sua avventura fiorentina, Tino, che affronterà portando sulle spalle il numero 6, “uno dei numeri rimasti liberi”. Sì perchè in fondo un numero vale l’altro, l’importante è lasciare il segno. Ed è proprio quello che ha intenzione di fare, El Canon Zurdo, con la maglia viola.

Di seguito due estratti della conferenza di presentazione dell’argentino.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*