Questo sito contribuisce alla audience di

Torna il fattore commissioni sulla Fiorentina. Lucci si frega le mani per Vecino

Non tutti i soldi incassati dalle cessioni nel corso di questo mercato entreranno automaticamente nelle casse della Fiorentina. In ogni operazione infatti vanno tenute presenti le commissioni che spettano gli agenti. Una percentuale molto alta, scrive La Repubblica, spetta al procuratore di Matias Vecino, Alessandro Lucci, in riferimento al passaggio del centrocampista uruguaiano all’Inter. Com’è noto, i nerazzurri hanno deciso di pagare la clausola rescissoria di 24 milioni di euro, una cui parte (quanto sia sarà possibile capirlo solo dopo la pubblicazione del prossimo bilancio) finirà direttamente nelle tasche del manager.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Ma scusate .ma le commissioni ai procuratori non le paga la società che acquista? Da quando viene detratta dal cartellino?!

  2. Redazione; le percentuali che spettano ad ogni procuratore relativamente alla vendita di un cartellino sono fissate per legge (che ne so, il 10% del prezzo totale) o sono decise di comune accordo tra società e procuratore stesso ( e quindi sono variabili) ?
    Non c’è una legge che ne parla, ogni società è libera di trattare. Senza contare il fenomeno sempre più diffuso del cartellino dei giocatori in mano (in parte o in toto) ai procuratori. Redazione

  3. È una vergogna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*