Tra buon senso e l’equilibrio

Gestire campionato e coppa pensando anche al mercato di gennaio, equilibrio che Sousa deve esercitare su due fronti. Quello interno allo spogliatoio si incrocia con la compattezza di un gruppo ampiamente convinto di essere sulla strada giusta, quello interno alla società dovrà tenere conto dei parametri economici stabiliti all’inizio della stagione. Il primo elemento – la riconoscenza e la stima verso i giocatori protagonisti del balzo al primo posto in classifica – è fondamentale per il tecnico della Fiorentina Sousa, che sa bene di aver acquisito crediti importanti anche nei confronti della proprietà in termini di mercato (ha consigliato Kalinic, ha rinunciato all’arrivo di un difensore alla fine di agosto, nonostante il 3-1 a Torino, perché lo considerava non determinante). Inutile spendere se non siamo convinti che l’acquisto ci serva per migliorare davvero, spiegò Sousa. «Aspettiamo gennaio aggiunse (richiesta accolta). Gli innesti saranno concordati nei limiti dei prezzi imposti dal mercato, ma l’allenatore viola avrà voce in capitolo sotto tutti gli aspetti, compreso quello del profilo di chi arriverà, secondo quanto scrive La Nazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Ma quale mercato!In altro articolo si parla di una offerta del Napoli per Rugani pari a 20 mil di euro e la viola offre un semplice prestito, Siamo a quello livello di confronto.E’ veramente un miracolo se siamo lassù con una misera addosso che si percepisce ad ogni occasione. Adesso vogliono fare il mercato con gli avanzi del contratto di Montella e l’elemosina del viperetta sulla clausola.Ma dove vogliamo andare?Le altre parlano di Lavezzi e noi di Rossettini o qualche sconosciuto in Argentina

  2. Michele da Milano

    Il buonsenso non manca di certo a Sousa. Forza Paolino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*