Tra cori, striscioni e spaccature del tifo

Tifosi della Fiorentina in Curva Fiesole. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Ci è voluto più di un’ora ieri prima che la Fiorentina contro la Lazio cominciasse a far vedere qualcosa di buono in campo. Nonostante come questo, come sottolineato anche dal Corriere Fiorentino e da La Gazzetta dello Sport stamani, la Curva Fiesole ha mandato frecciate al veleno per novanta minuti alla squadra e alla società con cori e striscioni, mentre il resto del “Franchi” disapprovava queste azioni. Si è creata quindi un’enorme spaccatura nel tifo viola, tra ultras e resto dello stadio, che rischia di lasciare strascichi per parecchio tempo. Lo sfogo di Andrea Della Valle a Reggio Emilia ha peggiorato l’umore della Fiesole e aumentato i decibel della contestazione, nonostante lo stadio fosse semivuoto. Lo stesso Sousa è stato bersaglio di fischi e cori del pubblico, anche per il fatto di essere seduto per 90′ in panchina. A placare la contestazione non sono bastati nemmeno i gol e la vittoria arrivati nel secondo tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

27 commenti

  1. Ahahahahah marco dellavalleale ha cambiato il Nick in Francesco
    Che poverini che sono questi leccavalle x far vedere che sono tanti si aumetano i nick

  2. Ok… Stefano ora lasciamolo riposare in pace… Basta dire quando c’era Il Pompa… Per favore…

  3. ….mi correggo, la comprano gli ultras 2.0 della Fiesole

  4. che ridere Francesco! !!!!. sarei curioso la mettessero in vendita seriamente e senza chiedere 250 milioni di euro dato..che la fiorentina ha solo una squadra mediocre..non ha stadio non ha centro sportivo non ha sede..sarei curioso di vedere cosa succede davvero se la fiorentina fosse messa in vendita ad un prezzo equo..

  5. Ultim’ora su sky, una cordata di imprenditori fiorentini capeggiati da Tutunci hanno formalmente avanzata una richiesta di acquisto del Acf Fiorentina

  6. La contestazione c’è e deve continuare, finchè non ci sarà aria nuova in società, nuovi soggetti e nuovo ambiente. Con quelli che ci sono ora, a partire da Cognigni, non ci può essere dialogo, ci può essere solo l’invito a togliersi di torno. PER SEMPRE. I danni che ha fatto Cognigni alla Fiorentina non si riparano con le belle parole, ci sono punti di non ritorno, e Cognigni quei punti li ha superati più e più volte. I suoi abusi e la sua presenza in società rendono indigeste pure le vittorie. I Della Valle hanno macchiato per sempre la loro avventura in questa società sistemando al vertice questo inqualificabile soggetto. Certo, ieri, finalmente, si è concesso ai giornalisti per delle domande serie, non ricordo altri episodi del genere, da parte sua. Avrei voluto vederlo lì in caso di sconfitta… Ma i danni che lui ha fatto restano, i punti che ci ha fatto perdere distruggendo sistematicamente l’armonia di un ambiente e vessando i suoi collaboratori, restano, le sue colpe restano, e nessuno le potrà mai cancellare. LUI è quello che rompe la coesione e l’unità, ed è l’unica funzione che ha e può avere, e che sa avere. Non sa agire di squadra, non ha spirito di squadra, sa solo perpetuare abusi approfittando della posizione che i Della Valle gli hanno concesso. Se esistono ubriachi, Cognigni lo è più di tutti, ubriaco di potere calcistico. E’ la MACCHIA NERA dei Della Valle che nessuno mai cancellerà. Lo hanno scelto loro e lo hanno tenuto loro. Se i Della Valle credono che basti semplicemente far fare una nuova squadra al Corvino loro analfabeta protetto per ripartire come se nulla fosse, beh, sono ancora più stupidi di quanto già li ritenga. Loro hanno portato a Firenze l’ABOMINIO Cognigni, a LORO sta toglierlo da lì PER SEMPRE. La loro storia a Firenze è già macchiata da una macchia indelebile nel tempo, possono solo far sì che quella grande macchia non diventi ENORME, coprendo di MACCHIA NERA tutta la loro storia fiorentina. Non la vendono la Fiorentina, i Della Valle, hanno TROPPO in ballo. Bene, se è il tiro alla fune con l’ambiente vogliono fare, per un soggetto come il Cognigni, beh, vediamo quanto resistono alla contestazione… I Della Valle non sono Lotito e non sono De Laurentiis, che hanno la scorza dura, loro hanno i foulard, e i foulard male si accordano con le contestazioni e le derisioni. Ma se la sono cercata… e il rimedio sarebbe assai semplice… non li capirò mai. Devono capire che è la percezione del loro giocattolo Fiorentina che è irrimediabilmente compromessa, e quando si ha a che fare col pubblico la percezione del prodotto è tutto, non glielo devo insegnare io, ma l’hanno compromessa loro con la gestione del Cognigni quella percezione, si sono fatti male da soli. Ora ripropongono lo stesso prodotto compromesso sul mercato e si aspettano reazioni miracolose dai clienti? Bah, che vendano le scarpe, che è meglio…

  7. Sì ch'io fui sesto tra cotanto senno

    @I’M BORED
    Se analizziamo la rosa del Milan vediamo che fa ridere come la nostra …se analizziamo la rosa dell’Inter capiamo che i giocatori erano interessati ad entrare in Champion, non ce l’hanno fatta per vari motivi e quindi hanno abbandonato il campionato.
    Almeno questo è il mio punto di vista .
    Il problema è che tutte e tre le squadre s.c. non hanno saputo approfittare del campionato pessimo che hanno fatto quelle in coda . Infatti la quota salvezza si è abbassata paurosamente segno che le ultime tre hanno perso tanti ma tanti punti …solo che Milan Inter e Fiorentina non hanno fatto bottino pieno con queste squadre a differenza di Samp Torino Lazio Atalanta Roma Napoli ecc ecc .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*