Tra passato e futuro

La partita di domenica è l’occasione più facile per ricordare il passato della Fiorentina e provare ad immaginare quello che sarebbe potuto essere il futuro. Daniele Pradè è stato il direttore sportivo gigliato per tre stagioni, prima che i dissidi interni lo costringessero ad emigrare in cerca di fortuna: l’attuale dirigente della Sampdoria ha parlato proprio ieri della sua esperienza sulle rive dell’Arno, e siamo sicuri che sarebbe il primo ad essere felice per la vittoria dei padroni di casa. Il futuro poteva essere Marco Giampaolo, accostato per settimane alla Fiorentina, prima del rinnovo con i blucerchiati ufficializzato proprio nella giornata di ieri: il tecnico della Sampdoria ha deciso di sposare fino al 2020 il progetto di Ferrero e vorrà dimostrare, proprio a partire dalla partita con i gigliati, di aver fatto la scelta giusta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. DV sta facendo quello che FERRERO fa oggi alla SAMPDORIA… da anni DV porta avanti la politica di andare a prendere giocatori sconosciuti e valorizzarli.. e abbiamo partecipato ancxhe svariate volte alla CHAMPION ed EUROPA LEAGUE fino a oggi. Poi il difficile è rimanere in VETTA… il prossimo anno per la SAMPDORIA sarà ancora più difficile le altre squadre giocheranno alla MORTE contro la SAMPDORIA.. e festeggiare i successi porta ad accontentarsi e fare presuntuosi e leziosi. Stessa cosa per l’ATALANTA. Noi avevamo un buco di BILANCIO di 35 milioni e si rischiava di essere sanzionati dalla UEFA.. noi non abbiamo i SANTI IN PARADISO che ci proteggono noi si paga.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*