Tra Unipol e Comune…spunta un altro acquirente per i terreni di Castello. Le conseguenze per il nuovo STADIO

Nell’edizione di Firenze de La Repubblica leggiamo oggi come vi sia la concreta possibilità che Toscana Aeroporti, la società che gestisce lo scalo di Peretola, oppure il partner privato dentro la società del Vespucci, il gruppo Corporacion America del magnate argentino Eduardo Eurnekian, possano rilevare i terreni di Castello di proprietà della Unipol.

Una volta che l’operazione fosse conclusa, anche il trasloco della Mercafir con conseguente via libera per la costruzione del nuovo stadio e della Cittadella Viola avrebbero maggiori chance di successo e più certezza dei tempi: il nuovo privato potrebbe vendere o affittare al Comune parte del terreno per fare la nuova Mercafir mantenendo una regia imprenditoriale sull’area.

Intanto si cerca di capire che intenzioni ha anche Unipol. Il colosso assicurativo bolognese, che da anni sferra ricorsi su ricorsi contro Comune, Regione, stadio, aeroporto, secondo Palazzo Vecchio è con le spalle al muro: costretto a seguire il percorso oggi immaginato per Castello o condannato a subire un esproprio e un Pue di cui non è regista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. In una situazione SERIA E DEFINITIVA, i progetti sono l’ultimo impegno, prima di arrivarci andrebbe stabilito nero su bianco, le società o i soci che partecipano all’opera, i soldi, ottenere tutte le autorizzazioni burocratiche, le proprietà dei terreni, il via libera di qualunque terza parte in causa. Invece qua si fanno proclami in grande stile quando troppi pezzi del puzzle non ci sono o si incastrano malissimo…………tipico dello stile italiano che blatera troppo e agisce pochissimo scaricando sugli altri e sulle leggi le colpe……..

  2. Compra tutto toscana aeroporti e tutto va a posto. Sono in fase avanzata con la trattativa con unipol

  3. Solo in Italia succede questo..che tristezza

  4. Ricapitolando il progetto x il nuovo stadio:
    – il terreno dove dovrebbere sorgere è di proprietà di un terzo (Comune);
    – il Comune dovrebbe acquistare da un altro soggetto ancora (Unipol) un terreno dove spostare a sue spese Mercafir;
    – il costo di 420 milioni dovrebbe essere coperto con l’intervento di ulteriori soggetti ancora da trovarsi.
    Ma che progetto è?
    È una fantasia

  5. L’Unipol è di Bologna, mette il bastone tra le ruote, perchè è azionista dell’aeroporto Marconi di Bologna, se a Firenze fanno la nuova pista, Bologna aeroporto perderebbe passeggeri, o non avrebbe aumenti vertiginosi come negli ultimi 10 anni, ogni passeggero porta agli aeroporti, in media 30 euro, moltiplichiamo 7 milioni passeggeri, i passeggeri nel 2016 dell’aeroporto Bolognese per 30 e poi vediamo la cifra mostrosa. Insomma è una guerra di cifre, in questo caso ci rimettono la mercafir lo stadio e tutta Firenze.

  6. La storiella dello stento che durava da tanto tempo…eccola qua…?….e poi se non gli danno i soldi non fanno niente…?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*