Questo sito contribuisce alla audience di

TRA VERITA’ E PARACULAGGINE, IL PRIMO ROUND E’ DI PIOLI

Le conferenze stampa di presentazione, si parli di dirigenti, allenatori e giocatori, il concetto non cambia, sono sempre un mix di verità, frasi ad effetto e, consentitemi il termine, paraculaggine. Passati quei dieci, quindici, venti, trenta minuti che durano, giornalisti e tifosi devono mettersi lì e fare una bella scrematura, una bella tara, e soppesare quanto resta.

Stefano Pioli il suo primo atto, forse il più facile di tutta la sua gestione, l’ha già fatto, si è presentato con parole sostanzialmente equilibrate, un paio di dichiarazioni ad effetto su Firenze e la Fiorentina e tanta voglia di dimostrare il suo valore ai suoi vecchi e nuovi datori di lavoro, oltre a chi lo ha definito “girovago” e senza palmares alle spalle, perché ancora non ha vinto un trofeo.

Tolto il contorno e il futile, quel che resta è l’impressione che il primo round lo abbia proprio vinto lui per un semplice concetto: Pioli sembra per davvero tenere alla Fiorentina e sembra davvero avere voglia di dare tutto per riuscire a fare bene in questa sua avventura. Visti i tempi che corrono e visti i personaggi che hanno popolato la nostra squadra e la nostra società non è una dote comune e non è una dote da poco.

Poi c’è da dire che nel calcio, come tutti in ambiti lavorativi, le parole contano poco o nulla e contano i fatti, ma chi parte con dei sentimenti veri, probabilmente, parte un passo più avanti rispetto a tutti gli altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Sousa due anni fa fece tanto il “piacione”.
    Pioli, oggi, è stato molto asciutto.

  2. Io di pioli mi fido, spero che gli mettano a disposizione una squadra adeguata perché gli altri club si stanno rinforzando alla grande!! Esclusa la Juve che è già inarrivabile, il Milan sta facendo uno squadrone (kessiè, musacchio, rodriguez e tra poco biglia e keita) e sono ai primi di giugno… l Inter con i soldi dei cinesi sicuramente farà uno squadrone a Spalletti, Napoli e Roma ce l’hanno già (manca solo qualche aggiustamento)! Siamo già a 5 squadre migliori sulla carta o quasi… corvino ti giochi tutto!! Se prendi 100 milioni per Berna e kalinic si vole 4-5 giocatori pronti e boni!!

  3. Tifolamagliaviola

    Giudichero’ Pioli dai risultati tenendo conto della squadra che gli metteranno a disposizione. La paraculaggine non mi piace e per questo dico che le statistiche danno Pioli come un allenatore “normale”, è andato piu’ forte con l’Inter ma fino a un certo punto. Vediamo i risultati,del resto m’importa poco …

  4. Lasciatelo lavorare in pace, invece di fare subito considerazioni e insinuazioni. ….che ….!

  5. Direttore consentimi una precisazione:
    credo che anche Sousa all’inizio della sua avventura avesse il fuoco giusto nelle vene……poi il gennaio 2016 ha sgonfiato tutto.

    Hai detto bene, dipende dai fatti, non solo suoi!…vediamo che squadra gli faranno!

  6. Io credo che chiunque inizi un nuovo percorso,a meno che non sia costretto,deve metterci entusiasmo…io auguro a Pioli buon lavoro e al tempo stesso gli auguro che la societa’ lo ascolti e lo aiuti nei momenti piu’ bui…che spero per tutti non arrivino mai.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*