Fiorentina, che anno è stato? Il 2015 viola tra Salah, Montella, Sousa e Kalinic

Sousa Udinese

Con Fiorentina-Chievo di domenica è terminato il 2015 viola visto che il prossimo impegno per i ragazzi di Sousa sarà il 6 gennaio 2016 a Palermo. Ma che anno è stato questo 2015? Sicuramente un anno dalle mille emozioni. Siamo partiti con l’arrivo nel mercato di gennaio di Salah, che si è subito messo in mostra ed è entrato nella storia viola siglando reti decisive come il gol-partita a S.Siro contro l’Inter e la doppietta in Coppa Italia contro la Juve. Della prima parte del 2015, oltre alle imprese a Torino e Milano, si ricorda anche la grande cavalcata di Europa League con i viola vittoriosi contro Tottenham, Roma e Dinamo Minsk. Poi qualcosa si è rotto. Le prime voci su Montella, un Mario Gomez ormai in confusione totale e una squadra che iniziava a palesare i primi segni di stanchezza. D’un tratto sono sfumati tutti i sogni: il Siviglia in Europa League ha travolto la Fiorentina prima in Spagna e poi al Franchi e la Juve in Coppa Italia ha eliminato i viola proprio a un passo dalla finale. Chiari segni di sofferenza, avvisaglie di un’estate tormentata con i casi Salah e Joaquin, l’addio turbolento di Montella, la cessione di Gomez, le contestazioni alla società per la scelta del nuovo mister Sousa e un mercato che non convinceva nessuno. Poi la svolta: il grande inizio di stagione, il 4-1 all’Inter, la vetta solitaria della classifica. Fino ad arrivare a oggi con una Viola subito fuori dalla Coppa Italia ma sempre seconda in classifica in campionato a un solo punto dalla vetta. Una Fiorentina che ha salutato questo pazzo 2015 con un sorriso e la speranza di un 2016 ancora migliore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. tifoso inquietante

    Natale è passato ma qualcuno regali una calcolatrice a violadimilano!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*