Tutti a invocare chiarezza, ma la confusione regna sovrana in una situazione incredibile

Della Valle Cognigni MontellaPrima era Montella a chiedere chiarezza alla società in merito ai piani futuri, poi sono stati i Della Valle a chiedere chiarezza al proprio tecnico in merito alle sue decisioni sul prossimo futuro, e così a suon di comunicati, che dovevano chiarire il tutto, siamo arrivati ad una situazione incredibile dove proprio tali comunicati non hanno fatto altro che ingarbugliare e confondere le cose ulteriormente. Dopo una settimana di tira e molla siamo ancora qua a tentare di capire cosa ne sarà della panchina della Fiorentina, un giorno si dice una cosa, il giorno dopo l’esatto opposto, Montella resta, no Montella se ne va. A questo punto però non è più questa la domanda da farsi perché in ballo non c’è il futuro di un allenatore o l’orgoglio di una proprietà ma una cosa molto più importante, ovvero il progetto tecnico di una società importante come la Fiorentina che comunque la prossima stagione dovrà affrontare tre competizioni e dovrà farlo al meglio, a prescindere da chi siederà in panchina. Ora serve chiarezza, basta temporeggiare o portare avanti questa lotta di comunicati, i Della Valle prendano una decisione per il bene della Fiorentina e mettano la parola fine a questa vicenda a tratti ridicola.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

36 commenti

  1. Gli errori non sono mai da una parte sola …. comunque la società è la seconda volta che sbaglia …

  2. Franco, forse me la sono persa ma dove è stata chiara la società con i tifosi io onestamente non ho sentito uno dei due proprietari o il loro fido scudiero Gnigni dirci dei programmi tipo si riparte dai giovani e si cerca di piazzarci nel miglior modo possibile , oppure si rinforza la squadra e lottiamo per arrivare in Champions ecco questo è parlare chiari ai tifosi ma io queste affermazioni non le ho sentite……………………

  3. Caro Mario anche i Dv si sono comportati uguale con Prandelli!!!! La veritá poi è una sola, Montella o no questa proprietà un progetto tecnico serio non ce l’ha, o meglio se ne strafrega dei risultati e dei piazzamenti e torna sempre indietro. Con un allenatore nuovo e una squadra mediocre, come stanno allestendo, si ricomincia da 0 e questo nello sport non è normale. Normale è se arrivo un paio d’anni quarto, compro 2/3 giocatori più forti di quelli che ho, e cerco di migliorare,

  4. La società è stata chiara e trasparente con i tifosi, mettendoli a conoscenza della situazione con i comunicati, (tutti professano chiarezza e ora che c’è, tutti dicono che era meglio con telefonate private tra proprietà ed allenatore). io penso ke il mister deve fare solo il mister e basta e credo ke una società seria qualè la Fiorentina abbia una struttura socetaria ottima ed ogni uno svolge i propri ruoli.

  5. Questo è il sistema collaudato delle grandi aziende, niente cuore ,comunicazioni fredde e strategie basate sul massimo risultato con il minor costo.
    Niente di strano e niente da obbiettare (il business è business) se non fosse che entrambe le parti fino a pochi mesi fà ci hanno fatto credere che il loro rapporto era basato sulla fiducia reciproca e che valeva più la parola data che tante firme in calce.
    In futuro basta confidenze e guardiamo solo ai fatti.

  6. io fossi i Della Valle, venderei tutto e me ne andrei, così vedranno certi tifosi
    e certi giornalisti in che mani ci ritroveremo.
    in questo calcio contano solo i giocatori e gli allenatori, pretendono milioni e milioni,
    senza rischiare nulla di proprio.
    certo i della valle h anno anche sbagliato, ma questo natoletano di montella che c…..vuole.
    A catania si è comportato uguale. bella serietà

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*