Questo sito contribuisce alla audience di

Tutti con e per Pepito

La partita si avviava verso la sua naturale conclusione, la Fiorentina controllava bene poi un guizzo, Giuseppe Rossi, di nuca, serve Badelj che non ci pensa due volte e con un lancio millimetrico lancia Pepito in profondità. L’attaccante parte sul filo del fuorigioco ma in posizione regolare e si invola verso il portiere, a tu per tu con Ventura non può sbagliare e insacca un gol scaccia crisi che lo restituisce in tutto e per tutto al calcio. Giuseppe Rossi dopo una partita anonima piazza il suo sigillo più importante anche perché, e non è un dato secondario, il gol arriva nei minuti finali della prima gara giocata per tutti i 90 minuti, segno che la condizione fisica non è ottimale ma certamente buona, tanto da permettergli di scattare ancora nonostante una partita sulle gambe. Un gol che fa letteralmente esplodere di gioia i compagni, da quelli in campo a quelli in panchina, compreso anche Paulo Sousa, tutti in piedi ad applaudire Giuseppe Rossi. Tanti ottimi segnali che Pepito mette in saccoccia e grazie ai quali guarda al futuro con entusiasmo e fiducia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA