Tutti quei portieri trattati e le smentite solo di circostanza

costil

Costil in Francia, Sportiello in Italia e chissà se ce ne sono altri. La Fiorentina ha smentito a più riprese di aver cercato un estremo difensore negli ultimi giorni di mercato, ma a questo punto abbiamo capito che sono state solo smentite di circostanza. Costil, estremo difensore del Rennes e della nazionale francese, ha rivelato Oltralpe di essere stato vicinissimo a vestire la maglia viola, ma che tutto è saltato perché la sua squadra non era riuscita a trovare un rimpiazzo. Quanto a Sportiello, quello che è successo a Milano l’ultimo giorno è stato sotto gli occhi di tutti. Il continuo dentro-fuori dall’albergo della Fiorentina del suo procuratore, in attesa da un momento all’altro del via libera dell’Atalanta è stato fin troppo eloquente. 700 mila euro in meno: per questa differenza tra domanda e offerta (costo del cartellino) il suo passaggio in Toscana non si è concretizzato.

Ma perché tutto questo giro di portieri? Eppure la Fiorentina di estremi difensori in rosa ne ha addirittura tre (anche se c’era la possibilità di piazzare Lezzerini al Carpi) e Tatarusanu, teoricamente, sarebbe un titolare inamovibile. Ripensamenti? Voglia di avere due titolari in competizione? Tutte ipotesi, tutte plausibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Cavolo… ma ci salvereremo allora, genio del calcio? ???

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*