Tutto e subito: Questa settimana si fa la Fiorentina. E c’è chi chiederà conto a Sousa di un girone di ritorno raggelante

Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Sousa sulla panchina della Fiorentina. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Non sarà un vero e proprio vertice quello che andrà in scena tra Andrea Della Valle e Paulo Sousa, anche per il Corriere dello Sport-Stadio. Piuttosto una chiacchierata nel corso della quale dovranno essere fugati gli ultimi dubbi. Sì perché per la Fiorentina, scrive il giornale, la questione allenatore non esiste, vista la presenza di un contratto valido anche per la prossima stagione e l’opzione per quella successiva. Se Sousa dovesse chiedere più poteri gli verrà risposto “con un gigantesco NO”, scrive la fonte citata, e anzi c’è chi gli chiederà di conto del perché il girone di ritorno della squadra è stato “raggelante”. Diverso sarebbe se il portoghese chiedesse una razionalizzazione del processo decisionale in società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Erossi@gmail.com

    Titolo che riporta alla storia!!!mi sembra di vederli attorno a un tavolo ADV ,Prade, Rogg, Cognigni e Company. ADV che pronuncia la fatidica frase”qui si fa la Fiorentina o si muore”!!!!
    Non sono riusciti a fare una programmazione annuale e in una settimana dovrebbero fare la Fiorentina???
    Un altro management …forse!!!!

  2. SE io fossi Sousa chiederei conto del mercato raggelante e della vendita di Savic avvenuta a sua insaputa…

  3. E’ inutile confermare Sousa perche’ dopo un inizio del nuovo campionato che sicuramente non sara’ come quello dell’anno scorso la societa’ sara’ costretta a sostituirlo cosi’ che perderemo un’altro anno

  4. Ciao ragazzi, secondo me chi paga, la società, deve chiedere conto di ciò che è successo nel girone di ritorno a chi riscuote,l’allenatore, il calcio è l’unico settore in cui, le spiegazioni le deve dare il proprietario al suo sottoposto, e non il contrario…la logica direbbe un’altra cosa, ma tant’è siamo a Firenze.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*