Tutto quello che non sapevate su Dragowski. Mucha a FN: “Bartlomiej è pronto per la Serie A. Ecco quale sarà il futuro di Wolski”

Dragowski

Per saperne di più sul portiere polacco Bartlomiej Dragowski, prossimo arrivo in casa gigliata, Fiorentinanews.com ha voluto conoscere l’opinione del giornalista del portale sportivo przegladsportowy.pl Dominik Mucha, ovvero colui che ha dato per primo la notizia del passaggio in viola del portiere, il quale ha anche espresso alcuni giudizi su altri giocatori che hanno avuto a che fare con la maglia viola come Rafal Wolski e Jacub Blaszczykowski, entrambi sempre più vicini però a dare il loro addio a Firenze.

Mucha, ci racconti tutto quello che c’è da sapere su Bartlomiej Dragowski, aneddoti, le sue partite più belle…
Bartlomiej Drągowski è diventato una delle più grandi giovani stelle nel Polonia. Prima di entrare a far parte della sua attuale squadra, era tifoso del Jagiellonia. Lui è un giocatore molto ambizioso e laborioso. I suoi interventi sono molto spettacolari ed eccezionali, ha i riflessi pronti. ed è anche molto intelligente. Insieme con suo padre ha infatti deciso che non cambierà squadra finché non supererà tutti gli esami a scuola. Nonostante che la Jagiellonia nell’ultima stagione abbia giocato peggio della scorsa, lui sia stato lodato molto. Era tra i convocati delle giovanili in Nazionale, ma lui si allenava con i più grandi. A 12-13 anni è stato impiegato da difensore centrale e questo spiega il fatto che giochi bene anche con i piedi. Anche suo padre ha giocato in Jagiellonia nel ruolo di centrocampista. Ogni tanto Bartlomiej si comporta in modo piuttosto “emozionale” in campo, ma tutti sappiamo che portieri devono essere un po’matti in certe occasioni…”.

A suo giudizio Dragowki è pronto per la Serie A nonostante la giovane età?
“Secondo me ha le qualità, le condizione fisiche, l’abilita per essere decisivo in campionato. Nonostante la sua giovane eta, ha già un po’esperienza. Interessava anche a PSV e Bournemouth. In Polonia speriamo che seguirà le ordine per esempio di Artur Boruc, Wojciech Szczesny, Lukasz Fabianski e Wojciech Pawlowski, il quale però non è riuscito a sbocciare nell’ Udinese. Per la sua crescita è stato infatti importante andare in prestito in altre squadre”.

Secondo lei Wolski meriterebbe un’altra occasione con la Fiorentina? Dove giocherà la prossima stagione?
“Lui ha un grande talento, ma non sono sicuro che un suo ritorno in viola possa essere una buona decisione. Quando è tornato in Polonia ha dimostrato di avere qualità, classe e di essere ancora meglio. Ieri ho avuto delle  informazioni secondo le quali Wolski firmerà un nuovo contratto per tre anni con Lechia Danzica. Il nostro collega Mateusz Borek ha riferito che per definire questo affare mancano solo le visite mediche. Il Lechia è una squadra buona in Polonia, che nell’ultima stagione ha perso all’ultima occasione la possibilità di giocare in Europa League il prossimo anno. Credo che il trasferimento di Wolski sia un grande rinforzo grande per il Lechia. Nel Wisla dopotutto dal suo arrivo a inizio 2016  ha segnato 4 reti e realizzato 9 assist”.

Come spiega il buon rendimento fino ad ora di Blaszczykowski con la nazionale rispetto a quanto poco ha fatto con la maglia viola?
Kuba è un giocatore particolare quanto allo stesso tempo eccezionale. Lui non molla mai. Il dato interessante è che negli ultimi quattro gol della Polonia agli Europei (sia in quelli del 2012 che in quelli attuali del 2016) c’è il suo zampino con due gol e due assist. Lui è come un guerriero. Nonostante la brutta seconda parte del stagione alla Fiorentina Kuba ha lavorato sempre molto e quando c’è da essere decisivi lui non delude”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Adesso che sembra ok non lo riconfermiamo x un altro annetto!? Stiamo sbagliando?????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*