Tutto su Di Francesco: Lo schema di partenza e l’influenza di Zeman. “Ma per me due passaggi in orizzontale di fila sono già troppi”

Eusebio Di Francesco è sicuramente in pole position per diventare il prossimo allenatore della Fiorentina. La Repubblica gli dedica un focus, scrivendo tutto ciò che lo riguarda. Ad influenzarlo è stato sicuramente Zeman, che gli ha trasmesso la passione per il 4-3-3 che è il suo schema di partenza, ma non un dogma. A Coverciano ha fatto la tesi sul 4-4-1-1 che è anche la versione più difensiva del 4-2-3-1 che bene si sposa con i giocatori presenti nell’attuale rosa della Fiorentina.

Molta verticalità. E’ quello che chiede sempre ai suoi perché “lo dico sempre ai miei ragazzi – ha avuto modo di raccontare lui stesso – due passaggi in orizzontale sono già troppi”.

E la Fiorentina ha anche molti giocatori che si sposano benissimo con le sue idee, specialmente dalla cintola in su. Un tecnico che ricerca quasi ossessivamente l’uno contro uno e, appunto, l’aggressione della profondità. Chiesa, Bernardeschi, Kalinic. “Il mio centravanti deve attaccare la porta. Non va bene quando taglia verso la bandierina. Quello è il guardalinee”, ha spiegato il tecnico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. robiossigeno

    Di Francesco è un buonissimo allenatore ma Mazzarri darebbe più garanzie.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*